Chi è il colpevole della fiction Scomparsa con Vanessa Incontrada? Ecco 6 possibili indiziati

Ve lo diciamo noi. O meglio, proviamo a indovinare stilando una lista dei principali indiziati. Chi sarà di loro?

Ce lo stiamo chiedendo tutti, fin dalla prima puntata della fiction Scomparsa: chi è il rapitore della giovane Camilla? Potenzialmente, mezza San Benedetto del Tronto visto che nella serie di Rai Uno la città marchigiana sembra la città dei doppiogiochisti: non c'è un abitante che non nasconda un terribile segreto. Tutti, peraltro, hanno portato in analisi i propri figli dalla protagonista Vanessa Incontrada, il che la rende un bersaglio perfetto. Alcuni personaggi, però, sono più sospetti di altri. Ecco la nostra lista (semiseria) di indiziati da scartare o tenere d'occhio. Chi sarà il colpevole?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Riccardo Trasimeni, l'ex carcerato

E' stato il primo a finire nella black list del poliziotto Giovanni Nemi, interpretato dal sempre più richiesto Giuseppe Zeno. D'altronde il curriculum di Riccardo Trasimeni  (Fabio Camilliera un invito a nozze: fresco di galera, ha perso la patria potestà del figlio dopo averlo per anni narcotizzato con i sonniferi per non averlo tra i piedi mentre lui spacciava droga. Inoltre la sua telefonata ricattatoria alla radio non ha migliorato la situazione. Il nostro non sembra però essere il colpevole: troppo facile, gli sceneggiatori avranno escogitato un colpo di scena migliore. Di certo, però, ha più informazioni di quanto finora abbia rivelato...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Ugo Turano, lo sponsor della squadra

Nella maggior parte dei casi - soprattutto in Italia - sponsor di una squadra femminile fa spesso rima con uomo dai dubbi valori morali. Non ci stupiremmo dunque se Ugo Turano (Alberto Molinariavesse voluto circuire Camilla e la sua amica: il rapporto con la moglie Olga (Euridice Axen), ossessionata dalla maternità, è tutt'altro che idilliaco. Tra l'altro Ugo ha libero accesso alle medicine, essendo lui proprietario di una catena di farmacie. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Davide Giuliani, il bravo ragazzo

Sappiamo cosa state pensando: Davide Giuliani (Simon Grechi) è l'amico del cuore del poliziotto Giovanni (Giuseppe Zeno), nonché il Baywatch mancato di Scomparsa. Eppure qualcosa non quadra in lui senza contare che quell'insistente inquadratura del sandalo, perso sulla riva del mare, potrebbe essere un eloquente indizio... Chi più di lui frequenta la spiaggia? Non lasciatevi dunque confondere dai suoi addominali, e tenetelo d'occhio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Enrico Carezza, il padre naturale

Di Enrico Carezza (Andrea Renzi) sappiamo poco: per le prime due puntate, sul conto del padre naturale di Camilla si è detto tutto e il contrario di tutto. Prima viene definito una "persona leale", poi si capisce che è un fetentone dall'intelligenza brillante. Insegna psichiatria all'Università di Roma ma non è detto che questo sia garanzia di equilibrio interiore, anzi... Come avrà reagito quando Camilla si è messa sulle sue tracce? E se, invece, ad averla presa male fosse stata la sua nuova compagna, Claudia (Flaminia Lena)? Spesso il colpevole è colui che rimane nell'ombra.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Aurelio Pasini, il primario di chirurgia

Formazione militare, sguardo severo e un lutto ancora da metabolizzare: Aurelio Pasini (Michele De Virgilio), ex medico militare in Iraq e ora stimato chirurgo, avrebbe i requisiti per perdere il senno e compiere un gesto inaudito. Inoltre anche lui, come Ugo Turano, ha accesso a droghe e medicine. Tuttavia speriamo non sia lui perché, fin dalla prima puntata, si intuisce che nutre un debole per la protagonista Vanessa Incontrada. L'amore prevarrà sulla follia?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Amir Ikri, il ristoratore

Su di lui, potete stare tranquilli: la fiction Rai è troppo politicamente corretta per dare il ruolo del pazzo assassino a un ragazzo marocchino. Semmai, Amir Ikri (David Sef) avrà mentito nella sua deposizione o tralasciato particolari decisivi che si convincerà a raccontare a tre minuti dalla fine della fiction. Di certo avrà un segreto anche lui, ma da qui a essere il colpevole...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da TV