Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Jane the virgin: 3 motivi per vedere la serie tv

Su RaiDue, da giovedì 23 giugno, la serie pluripremiata che parla di temi molto seri con il sorriso sulle labbra: protagonista, la strepitosa Gina Rodriguez

1. La storia è folgorante

La premessa narrativa di Jane the virgin ( in onda, dal 23 giugno, ogni giovedì alle 21.10 su RaiDue) suona, più o meno, così: una giovane vergine viene per errore inseminata artificialmente, rimanendo incinta. Eppure, da questo (debolissimo) incipit è nata una storia brillante e arguta, con tanto di riflessioni sul dramma dell'utero in affitto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

2. Innova il linguaggio seriale

Un narratore onnisciente dalla battuta pronta; il ricorso a caustiche «didascalie» in sovrimpressione; gli ironici omaggi alle soap venezuelane: grazie a queste trovate originali, l'immaginario visivo proposto dalla serie è tutto fuorché banale.

3. Ha estasiato la critica 

È bastata una sola stagione perché, nel 2015, Jane the virgin si aggiudicasse il Golden Globe per la migliore attrice protagonista (Gina Rodriguez), un American institute award e tre nomination
ai Critics' choice awards. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da TV