Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Shonda Rhimes e The catch, la nuova serie tv da non perdere su FoxLife

Dopo Le regole del delitto perfetto, dal 2 maggio ogni lunedì va in onda la nuova creatura della grande autrice statunitense: la protagonista, Alice, è un'investigatrice privata che ricorda parecchio la Olivia di Scandal

the catch fox life
Getty Images

Shonda Rhimes colpisce ancora: si è appena chiusa la seconda stagione di Le regole del delitto perfetto ed ecco che Fox Life lancia questa sera, e poi per 10 settimane, The catch, la nuova creatura della mamma di Grey's Anatomy e Scandal. La serie parte da una truffa ai danni di una brava investigatrice privata di Los Angeles, specializzata proprio nel campo delle frodi. Alice Vaughan, questo il nome della protagonista, viene mollata a pochi mesi dalle nozze dal fidanzato Benjamin Jones. Morto un  fidanzato se ne fa un altro? Già, peccato che con il suddetto Benjamin scompaiano anche svariati milioni di dollari, di proprietà della povera Alice. Che naturalmente non lascerà nulla di intentato per ritrovare fidanzato e malloppo. Questo il filo conduttore della serie che, nel corso delle puntate, vedrà la povera Alice alle prese con altre indagini parallele.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Peter Krause e Mireille Enos in una scena di The catch
Getty Images

La protagonista è un'altra donna forte, dopo Meredith Grey, Olivia Pope e Annalise Keating. E se a interpretarla è la rossa Mireille Enos, già nel cast della serie tv cult The killing nei panni della detective  Sarah Linden, l'empatia è evidente. Ad affiancarla un altro volto noto, quello di Peter Krause, alias Nate Fisher di Six Feet Under, nei panni del fidanzato imbroglione. Anche se si sa, con Shonda Rhimes i fidanzati imbroglioni tornano sempre a casa. La serie è partita in marzo negli Usa, con buone critiche e discreti ascolti, anche se nel corso delle puntate non sembra ancora aver delineato un pubblico fedele. La somiglianza fisica tra Ellen Pompeo di Grey's Anatomy e la Enos, il gruppo di lavoro che affianca Alice e quello dei gladiatori di Olivia Pope e le puntate scandite da casi da risolvere sulla scia di Le regole del delitto perfetto, rischiano di accendere un pericoloso déjà vu nella spettatrice più smaliziata. Ma la perfetta confezione, marchio di fabbrica della Rhimes, e soprattutto dialoghi sempre brillanti con vista su Hollywood dovrebbero consentire a The catch di catturare l'attenzione del pubblico. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da TV