Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Emmy Awards 2016: chi sono i vincitori

Avevamo azzardato qualche pronostico sulle serie tv che si sarebbero aggiudicate i premi nella serata del 18 settembre 2016 (stasera in differita su Rai4): ecco come è andata

Gli Emmy 2016 stanno per essere consegnati, il che vuol dire che è giunto il momento di sbizzarrirsi con le previsioni. I nuovi arrivati fra le serie tv come Mr. Robot e Master of None avranno qualche chance contro Il trono di spade e Veep? American Crime Story: il caso O.J. Simpson vincerà in tutti i premi a cui è candidato? Ecco le nostre previsioni per le 10 principali categorie degli Emmy 2016, che si possono vedere in diretta su Rai4 nella notte tra domenica 18 e lunedì 19 settembre 2016, dall'1 alle 5, oppure in differita lunedì 19 settembre alle 23.45.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Miglior serie drammatica

  • The Americans
  • Better Call Saul
  • Downton Abbey
  • Il trono di spade
  • Homeland
  • House of Cards - Gli intrighi del potere
  • Mr. Robot

    Il duello è tutto tra Il trono di spade (di cui è già uscito il trailer della stagione 7) e Mr. Robot e tutto dipenderà dal fatto se gli Emmy preferiranno premiare qualcosa di già noto oppure andare sul nuovo. Probabilmente quella di quest'anno è stata la migliore stagione de Il trono di spade che ha ottenuto in tutto 23 nomination. La serie tv ha già vinto nel 2015 con una stagione che non è stata apprezzata da tutti, quindi quest'anno le sue possibilità sono molte di più. Dall'altro lato, di Mr. Robot si parla molto: a gennaio ha vinto il Golden Globe per la miglior serie commedia ed è stato premiato per la prima stagione, pressoché perfetta.

    La nostra previsione: Il trono di spade.

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito

    Miglior serie commedia

    • Black-ish
    • Master of None
    • Modern Family
    • Silicon Valley
    • Transparent
    • Unbreakable Kimmy Schmidt
    • Veep - Vicepresidente incompetente

      Difficile fare previsioni per questa categoria. Modern family è terminata l'anno scorso quando Veep ha vinto, e ci sono un paio di nuove nomination (Black-ish e Master of None) che potrebbero farcela. Probabilmente vincerà di nuovo Veep, visto che le assurdità sulla politica americana di cui parla non sono mai state così reali come in questo 2016.

      La nostra previsione: Veep – Vicepresidente incompetente.

      Miglior miniserie

      • American Crime
      • Fargo
      • The Night Manager
      • American Crime Story: il caso O.J. Simpson
      •  Roots
        Pubblicità - Continua a leggere di seguito
        Pubblicità - Continua a leggere di seguito

        American Crime Story: il caso O.J. Simpson è senza dubbio la favorita, con le sue 22 nomination: quindi è probabile che gli Emmy e la critica siano perfettamente d'accordo. In un periodo in cui il crime va molto in tv, è stato il perfetto connubio tra un soggetto molto ricco e un intelligente team creativo. Fargo (che nel 2014 ha battuto il controverso True Detective) non ha molte possibilità, secondo noi.

        La nostra previsione: American Crime Story: il caso O.J. Simpson.

        Miglior attore protagonista in una serie drammatica

        • Kyle Chandler, Bloodline
        • Rami Malek, Mr. Robot
        • Bob Odenkirk, Better Call Saul
        • Matthew Rhys, The Americans
        • Liev Schreiber, Ray Donovan
        • Kevin Spacey, House of Cards - Gli intrighi del potere
          Pubblicità - Continua a leggere di seguito

          La rivelazione Rami Malek ha un grosso sostegno – è l'unico attore in questa categoria che ha avuto nomination ai Golden Globes, ai Satellite Award e agli Screen Actors Guild Awards e ha vinto il Critics' Choice TV Award. Il suo ruolo in Mr. Robot, inoltre, è impegnativo. La prima serie della fiction si svolge principalmente nella sua testa e vive in un costante stato di paranoia. È difficile batterlo anche per un veterano come Kevin Spacey.

          La nostra previsione: Rami Malek, Mr. Robot.

          Miglior attrice protagonista in una serie drammatica

          • Claire Danes, Homeland
          • Viola Davis, Le regole del delitto perfetto
          • Taraji P. Henson, Empire
          • Tatiana Maslany, Orphan Black
          • Keri Russell, The Americans
          • Robin Wright, House of Cards - Gli intrighi del potere

            Quando Taraji P Henson lo scorso anno ha perso contro Viola Davis è stata una grande sorpresa e non perché la Davis non meritasse di vincere, ma perché tutti erano convinti che l'Emmy per la mMiglior attrice protagonista in una serie drammatica andasse a Taraji P Henson. Quest'anno gli occhi sono tutti puntati su Robin Wright per la sua magistrale interpretazione in House of Cards - Gli intrighi del potere. House of Cards ha ricevuto diverse nomination nel corso degli anni, ma non ha mai vinto nella categoria degli attori. 

            Pubblicità - Continua a leggere di seguito
            Pubblicità - Continua a leggere di seguito

            La nostra previsione: Robin Wright, House of Cards - Gli intrighi del potere.

            Miglior attrice protagonista in una serie commedia

            • Ellie Kemper, Unbreakable Kimmy Schmidt
            • Julia Louis-Dreyfus, Veep - Vicepresidente incompetente
            • Laurie Metcalf, Getting On
            • Tracee Ellis Ross, Black-ish
            • Amy Schumer, Inside Amy Schumer
            • Lily Tomlin, Grace and Frankie

              Julia Louis-Dreyfus ha vinto questo Emmy consecutivamente per gli ultimi 4 anni e anche quest'anno è molto difficile che non sia lei ad aggiudicarselo, anche perché non sembra esserci un'altra attrice che possa sfidarla.

              La nostra previsione: Julia Louis-Dreyfus, Veep - Vicepresidente incompetente.

              Pubblicità - Continua a leggere di seguito

              Miglior attore protagonista in una serie commedia

              • Anthony Anderson, Black-ish
              • Aziz Ansari, Master of None
              • Will Forte, The Last Man on Earth
              • William H. Macy, Shameless
              • Thomas Middleditch, Silicon Valley
              • Jeffrey Tambor, Transparent

                Probabilmente Jeffrey Tambor bisserà la vittoria. Unico rivale temibile è forse Aziz Ansari per Master of None: ma mentre Ansari fondamentalmente interpreta se stesso, il ruolo di Tambor prevede una grossa trasformazione. Il che lo pone in pole position per la vittoria.

                La nostra previsione: Jeffrey Tambor, Transparent.

                Pubblicità - Continua a leggere di seguito
                Pubblicità - Continua a leggere di seguito

                Miglior film per la tv

                • A Very Murray Christmas (Netflix)
                • All the Way (HBO)
                • Confirmation (HBO)
                • Luther (BBC One)
                • Sherlock: L'abominevole sposa (PBS)

                  Senza dubbio questo premio andrà alla HBO e crediamo che All the Way, sul presidente Lyndon B. Johnson, abbia molte più possibilità di vincere rispetto a Confirmation che racconta la storia di Anita Hill che negli anni '70 denunciò Clarence Thomas, Giudice della Corte Suprema, per molestie sessuali. Entrambi i film per la tv hanno buone possibilità di vincere, in ogni caso.

                  La nostra previsione: All the Way.

                  Miglior attore protagonista in una miniserie o film

                  • Bryan Cranston, All the Way
                  • Benedict Cumberbatch, Sherlock: L'abominevole sposa
                  • Idris Elba, Luther
                  • Cuba Gooding Jr., American Crime Story: il caso O.J. Simpson
                  • Tom Hiddleston, The Night Manager
                  • Courtney B. Vance, American Crime Story: il caso O.J. Simpson
                    Pubblicità - Continua a leggere di seguito

                    Il duello è tra Hiddleston e Vance e quest'ultimo, che interpreta Johnnie Cochran, difensore di OJ, ha molte più possibilità di vittoria. Vance è un veterano delle serie tv ed è stato spesso elogiato lungo la sua carriera, il che fa pendere l'ago della bilancia dalla sua parte.

                    La nostra previsione: Courtney B. Vance, American Crime Story: il caso O.J. Simpson.

                    Miglior attrice protagonista in una miniserie o film

                    • Kirsten Dunst, Fargo
                    • Felicity Huffman, American Crime
                    • Audra McDonald, Lady Day at Emerson's Bar and Grill
                    • Sarah Paulson, American Crime Story: il caso O.J. Simpson
                    • Lili Taylor, American Crime
                    • Kerry Washington, Confirmation
                      Pubblicità - Continua a leggere di seguito
                      Pubblicità - Continua a leggere di seguito

                      Se la vittoria non andrà a Sarah Paulson allora si tratterà della più grande sorpresa della storia degli Emmy. La sua interpretazione della procuratrice Marcia Clark è considerata la punta di diamante della serie su OJ. Tra l'altro Sarah Paulson è stata candidata agli Emmy negli ultimi quattro anni ed è giunto il momento in cui vinca questo premio.

                      La nostra previsione: Sarah Paulson, American Crime Story: il caso O.J. Simpson.

                      Tutti gli altri vincitori

                      Miglior sceneggiatura in una commedia: Aziz Ansari per Master of None

                      Regia per una serie commedia: Jill Soloway per Transparent

                      Miglior attrice non protagonista in una serie commedia: Kate McKinnon, SNL

                      Miglior attore non protagonista in una serie commedia: Louie Anderson, Baskets

                      Pubblicità - Continua a leggere di seguito

                      Miglior reality: The voice

                      Migliore sceneggiatura per una miniserie: American Crime Story: il caso O.J. Simpson

                      Miglior attrice non protagonista in una miniserie: Regina King, American Crime Story: il caso O.J. Simpson

                      Miglior attore non protagonista in una miniserie: Sterling K. Brown, American Crime Story: il caso O.J. Simpson

                      Miglior sceneggiatura di una serie drama: Il trono di spade

                      Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: Maggie Smith, Downton Abbey

                      Miglior regia per una serie drammatica: Il trono di spade

                      Miglior attore non protagonista in una serie drammatica: Ben Mendelsohn, Bloodline

                      Pubblicità - Continua a leggere di seguito
                      Altri da TV