X Factor 11: i momenti top e flop della seconda puntata di audizioni

Capelli e cappelli disastrosi tra i concorrenti, qualche voce notevole, e la, vana, speranza che questa potesse essere l'ultima puntata di audizioni, e invece nisba

image
Sky

La seconda puntata di X Factor 11 paga, come sempre, lo scotto, rispetto al debutto assoluto di giudici e programma, della ripetività. Insomma, l'autunno è iniziato, con lui i malanni di stagione, con essi il disagio multiplo di guardare un programma di musica con le orecchie tappate e un coro di starnuti in casa, sta di fatto che, fugato ogni dubbio sulla capacità di Levante di maneggiare la situazione, il livello di attenzione ha faticato a mantenersi alto. Complici anche Mara Maionchi, Manuel Agnelli, Fedez e la già citata Claudia Lagona, tutti in versione fotocopia rispetto alla puntata precedente, al punto da rendere il backstage con Alessandro Cattelan la parte più, tra molte virgolette, divertente dello show. Ahi. Certo, qualcosa di bello, o come nel caso del pizzaiolo napoletano Andrea da ripiglio immediato dallo sprofondamento in un oceano di fazzoletti e tachifludec, s'è visto, ma viste le aspettative che riponiamo nel talent show di Sky Uno, c'è da sperare che il meglio, anche a livello di concorrenti, debba ancora venire. Intanto vediamo che cosa, in questa seconda puntata di audizioni, ci è piaciuto e che cosa proprio no.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Pollice giù per Noemy
sky

La prima concorrente di questa seconda puntata di audizioni canta Cyndi Lauper dicendo di voler trasmettere positività ma con la faccia di una che ha trovato una multa sul cruscotto. Eppure i giudici dicono di essersi divertiti moltissimo, in particolare Manuel Agnelli, che però lo dice con la faccia di uno che ha provato a farsi a casa la tinta nero/blu ma il risultato è uno strano marrone tendente all'ocra.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Pollice su per Francesca e il suo look da rifare
sky

Quanto si staranno sfregando le mani i costumisti, parrucchieri, truccatori, Tommassini di X Factor al solo pensiero di mettere le mani su quel giovane virgulto della Francesca, che se con Elton John ci va, suo malgrado di Elton, a nozze, in fatto di look è un bel "tutto da rifare". Già la immaginiamo, ai live, trasformata come nel più classico dei film americani, senza più cappello da anziano alla guida e bretelle da mimo, in una sventola da paura che si dimena sul tavolo dei giudici. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Pollice giù per le canzoni alimentari
sky

Di grandissima attualità, anche a X Factor 11 sbarca lo scontro tra vegan e carnivori, rappresentati a turno dal ragazzo-brucaliffo che oltre a mangiare vegetale se lo fuma pure, il vegetale, e la signorina dalle unghie più terrorizzanti della storia della tv che canta il suo amore per il lardo. Anche i giudici si schierano: Agnelli, nonostante il cognome, bullizza il popolo cruelty free con quella che gli deve essere sembrata la battuta dell'anno «salva un albero, mangia un vegano» e la green Maionchi che, a sorpresa, avrebbe fatto passare il fanciullo-zucchina.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 Pollice su per David
sky

C'è stato chiaramente un complotto dei malvagi contro il buon David dal Rwanda, che non solo pur non parlando italiano è riuscito a rappare Fenomeno di Fabri Fibra, ma che aveva anche lanciato un segnale di pace nel volgarissimo mondo del dissing tra rapper italiani ego maniaci cercando di portarvici simpatia e amicizia. Ma niente. Speriamo, almeno, che Fibra stesse guardano la tele e chieda a Fedez di fare insieme la prossima hit estiva. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 Pollice giù per Lorenzo
sky

Chissà se Madonna avrà sofferto di più per questa versione del suo capolavoro, anzi no scandiamolo meglio: c-a-p-o-l-a-v-o-r-o di Like a prayer o per lo scarsissimo risultato che la sua  proposta hot ha riscosso sull'elettorato americano. Forse a noi ha turbato di più sentire il bel Lorenzo "Bubleizzare" Miss Ciccone senza ricevere manco un no dai giudici. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 Pollice giù per il poco spazio dato a Michele Bravi
sky

Ma che, si fa venire quel bravone di Michele Braviche quest'anno aveva uno dei pezzi più belli del Festival di Sanremo, per farlo stare un minuto in prestito e in imbarazzo sul palco, non fargli cantare nemmeno tutta la canzone e congedarlo? Ok che Giusy Ferreri è la nostra Queen G, ma anche il giovane Bravi meritava come lei di sedere qualche istante in giuria, no?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
7 Pollice su per Andrea
sky

Il nostro preferito di questa puntata è il pizzaiolo Andrea, che appena attacca a cantare riesce a dare un senso persino a quella pelata con il codino. Tutto bellissimo: il famoso timbro di cui così tanto parlano i giudici, le movenze, la dolcezza, il brano scelto, senza tante menate, senza vicende tragiche da raccontare, in semplicità. Viva. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
8 Pollice su per Lucilio
sky

«Mi piace quando cammini perché attiri gli sguardi/Mi piacciono anche i tuoi occhi, ciliegine invitanti /Mi piaci con il tailleur che ti dà l'aria da star/Perché sei dolce davvero, che viene voglia di far…/Cerco una donna, tipo tu/Con il cuore rifatto/Ed il naso all'insù/Tipo tu». Tutto questo merita, ditemi voi, 4 no? Dannazione, giudici. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da TV