Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

5 presidenti delle serie tv più credibili di Donald Trump

Da Frank Underwood di House of Cards fino alla catastrofica Selina Meyer di Veep, ecco 5 presidenti della tv migliori del neo eletto Trump

Vero come la finzione, anzi ben oltre. Perché uno come Donald Trump nemmeno gli sceneggiatori più sadici lo avevano mai immaginato. Sì, perché lui con le sue 15 frasi da mani nei capelli o ancora con le sue esternazioni sessiste è riuscito comunque a conquistare cuore e pancia degli USA, alla faccia di una Hillary Clinton data per favorita dopo le vittorie nei dibattiti televisivi. Tant'è: al grido di «Orange is the new black», nuovo tormentone del web, The Donald è il nuovo presidente degli States, e ancora prima di insediarsi alla Casa Bianca ha già ottenuto un primo risultato: il boom di accessi al sito dell'immigrazione canadese. Un presidente estremo, al confronto del quale persino questi 5 tremendi ceffi delle serie tv sarebbero stati più credibili.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Frank Underwood - House of Cards
OutNow

Prima di Trump c'era solo lui, il feroce Frank Underwood di House of cards, assetato e mai pago di potere e naturalmente predisposto a commettere qualche reato (giusto un paio di omicidi qua e là) pur di non farsi intralciare nella sua scalata verso l'Olimpo. Ebbene, ci spaventa non poco il fatto che persino questo psicopatico conclamato (ok, con le fascinose fattezze di Kevin Spacey) ci risulti più rassicurante del tycoon color mattone.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Tom Kirkman - Designated Survivor

Il presidente per caso, anzi per sfiga altrui, con il volto occhialuto di Kiefer Sutherland in Designate Survivor è di una retorica straziante. Non solo: è melenso, piagnone, noioso. Ha dalla sua, in ogni caso, dettagli della personalità non secondari, se si è a capo di una delle più grandi potenze mondiali, come, per esempio, una inaffondabile onestà. Sì, avete capito bene: onestà.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Selina Meyer - Veep

Sboccata, menefreghista, cinica e pigra, la Selina Meyer interpretata da Julia Louis Dreyfus nella pluri premiata serie Veep - Vicepresidente incompetente è quanto di più fastidioso si possa immaginare nelle vesti di una donna di potere. Nulla se non la sua ambizione le sta davvero a cuore, la sua beata ignoranza è di una potenza devastante e si sollazza maltrattando i suoi collaboratori. Nonostante ciò danzeremmo balli scomposti se ci fosse lei, ora, in procinto di prendere possesso della Casa Bianca

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 Fitzgerald Grant - Scandal

Un autentico buono a nulla, per di più preda dei suoi stessi ormoni, il presidente creato da Shonda Ryhmes nel suo Scandal. Per la sua predisposizione alle molestie sessuali, Fitzgerald Grant è forse il più simile, purtroppo, al neo eletto Trump, al quale lo preferiamo in ogni caso perché, per lo meno, si è finora astenuto dai proclami razzisti tanto cari al neo presidente degli Usa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 Donald Trump - The Simpsons

Era il 2000 e allora potevamo davvero riderci su. E invece i Simpson, che pensavano di averla sparata proprio grossa immaginando un Donald Trump presidente, ci stavamo in realtà predicendo il futuro. Un futuro quasi arancione quanto il presente, di sicuro molto meno nero.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito