Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Serie tv, con Sherlock torna il mistero

Paramount Channel ripropone tutta la serie, con protagonisti Cumberbatch e Freeman, delle avventure di Sherlock Holmes ambientate nella Londra odierna

Siete preoccupate perché tra Coppa America ed Europei il calcio deborda dalla vostra tv? Niente paura: le alternative ci sono. E anche di qualità: non importa se è una riproposizione, perché il livello è molto alto. Stiamo parlando di Sherlock, la serie tv che Paramount Channel, canale 27 del Digitale terrestre, ripropone per intero a partire dal 9 giugno 2016 tutti giovedì sera. Vera chicca per appassionati del genere, ma che ha fatto riscontrare un alto indice di gradimento anche tra il pubblico generalista per la trama e il fascino degli interpreti, Sherlock, prodotto dalla Bbc e ambientato nella Londra di oggi, ripropone in chiave moderna le avventure dell'investigatore creato da Conan Doyle ormai più di cento anni fa e che ha avuto innumerevoli versioni sia sul grande che sul piccolo schermo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Benedict Cumberbatch e Lara Pulver

Questa però è decisamente riuscita, un po' per l'ambientazione che inserisce tutti gli strumenti scientifici che abbiamo imparato a conoscere nelle serie Csi & company, ma che sarebbero tutte inutili senza il genio del protagonista, un po' perché la coppia Holmes-Watson, Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, è decisamente tra le più riuscite e calibrate della fiction moderna. Con il tipico sense of humour inglese che fa capolino anche nelle situazioni più drammatiche, Sherlock tiene agganciati alla poltrona per l'ora abbondante a puntata (una nota singolare, ogni puntata è un vero e proprio film con una storia e una conclusione) e i caratteri evolvono nel corso delle tre stagioni con nuovi personaggi e nuove storie. Tra tutte quelle dello strenuo duello con Moriarty, il rapporto con il fratello di Sherlock, Mycroft, che lavora nei servizi segreti britannici, e quello con la tenebrosa Irene Adler, l'unica donna che mina la imperturbabile solitudine del protagonista.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, Sherlock Holmes e Watson

L'altra prorompente protagonista di Sherlock è  la Londra uggiosa e buia del terzo millennio, grande scenario per una serie dove i dialoghi serrati (a volte si fa fatica a stare dietro alla parlantina torrenziale di un Cumberbatch in evidente stato di grazia) e le molte riprese in interno sono intervallate dalle strade della capitale inglese popolate di autobus rossi e taxi neri. Si parte con Uno studio in rosa dove Holmes e Watson fanno il loro primo incontro, nel quale ovviamente il povero dottore non sa che Holmes l'ha già scelto come compagno di avventure. Del resto, Holmes è sempre un passo avanti, lo imparerete presto anche voi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da TV