Coez ci hai rubato il core! La storia del rapper romantico

Dalla scena romana dell'hip hop al disco di platino con una ballata cantautoriale la storia di Coez insegna che nell'evoluzione c'è coerenza, tanta coerenza

Coez per te faccio un casino: la storia e le canzoni del rapper
Getty ImagesComposit/Letizia Redaelli

Andare a sentire Coez è impossibile ed è bene che tu lo sappia. Quello che è stato definito il fenomeno musicale del momento si sta prendendo una bella rivincita, ah eccome. Sì perché Silvano Albanese, in arte Coez, 34 anni romano non è certo un pivello. Da quando ha 18 anni è sulla scena romana dell'hip hop, è al suo quarto album da solista ma solo adesso è riuscito a riempire 40 palazzetti di fila mandando in sold out il tour. Il merito un album riuscito, Faccio un casino, e il suo essere sempre lo stesso senza cedere mai di un centimetro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ma Coez chi è e che musica fa? Basta andare su Spotify per capire che la risposta a questa domanda è tutt'altro che semplice. Le sue canzoni le trovi tra i contenitori indie, pop, rap e anche in quello sul nuovo cantautorato. Coez è tutto e niente? Lui dice di sì, noi diciamo certo che no. Coez è Coez e quello che ha oggi non è piovuto dal cielo come le polpette del cartone animato, anzi. Nel rap è cresciuto, nel rock britannico degli Oasis, dei Blur e dei Cure si è ingentilito. Il resto lo ha fatto il cuore. Già il cuore. Coez è romantico senza essere melenso. Dice le cose che tutte (TUTTE) vorrebbero sentirsi dire e tratta bene anche chi lo lascia. Cade e si rialza, il tutto senza livore. Amami o faccio un casino. Ma i rapper non dovrebbero essere inca**ati?

Partito dal basso, già nel 2013 con Non Erano Fiori, l'album che conteneva il singolo Siamo morti insieme che fu una hit quell'estate, i più attenti avevano capito dove sarebbe potuto arrivare e lui con disciplina certosina ha confermato che avevano ragione. Per reggere il tutto esaurito di oggi ha smesso di fumare e bere assicura il che lo rende anche un bravo ragazzo. Forever Alone? Forse, Coez non è fidanzato o se lo è non lo dice. Una vecchia storia vuole che il suo manager lo avesse minacciato di stracciargli il contratto se si fosse fidanzato, scherzo o meno lui ci va cauto. A fare di lui una star? Il disco di platino della sua La musica non c'è, un nugolo di persone che lo ignoravano e che ovviamente adesso lo cercano, e la sua volga di rimanere indipendente sempre e comunque e nonostante tutto. Cosa ci guadagna? Di fare fatica senza stress, e alla lunga paga... a quanto pare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Musica