8 motivi per i quali Cara Delevingne è sempre la prima della classe

La modella e attrice londinese ha scritto il suo primo romanzo, dal titolo Mirror, Mirror: scommettiamo che sarà l'ennesimo successo della sua carriera?

Cara Delevingne alla premiere di Suicide Squad - Londra 23 agosto 2016
Getty Images

L'energia di Cara Delevingne è spaventosa. Famosa modella, ormai affermata attrice, ha presentato sul suo profilo Instagram il suo romanzo d'esordio Mirror, Mirror. Il libro, che sarà pubblicato ad ottobre 2017, è un racconto di formazione di alcuni adolescenti con un risvolto thriller. Cara ha dichiarato: «Amo molto questi personaggi e mi piace ciò che rappresentano. Non vedo l'ora di condividere questa storia con tutti!»

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ma vi rendete conto che tutto quello che Cara tocca diventa oro? Leggete qui:

1. Le nobili origini: partiamo dall'inizio, Cara è nata il 12 agosto 1992 a Londra da Pandora Anne Stevens e Charles Hamar Delevingne. I genitori provengono entrambi da famiglie di alta borghesia e tra gli antenati Cara può rinomare visconti, baronetti, lord e un sindaco di Londra. Ha due sorelle: Poppy (modella) e Chloe.

2. La carriera da modella: Entra nel mondo della moda a 17 anni diventando presto il volto della Burberry Beauty. È stata protagonista di campagne per marchi famosi come H&M, Zara e Chanel. È apparsa in passerella per Moschino, Jason Wu, Oscar de la Renta, Burberry, Dolce & Gabbana, Fendi e Stella McCartney. Ha vinto il premio Model of the Year 2012 ai British Fashion Awards.

3. La carriera nel cinema: Debutta come attrice nel 2012 con una piccola parte in Anna Karenina di Joe Wright, diventa un volto conosciuto nel 2015 con Città di carta e conquista il successo nel 2016 con la parte di June Moone / Incantatrice in Suicide Squad. Quest'anno la vedremo in Tulip Fever e in Valerian e la città dei mille pianeti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

4. La musica: Nel 2013 ha presentato una cover della canzone Sonnentanz (Sun Don't Shine) dei Klangkarussel. Nel 2014 ha cantato CC the World con Pharrell Williams nel cortometraggio Reincarnation di Karl Lagerfeld.

5. L'impegno da animalista: dopo la morte del Leone Cecil, ucciso da un dentista in Africa, Cara ha deciso di posare nuda per la campagna I'm not a trophy (Non sono un trofeo), per sensibilizzare il mondo sul bracconaggio.

6. I progetti umanitari: a gennaio 2017 Cara ha lasciato il patinato mondo dello spettacolo per l'Uganda dove ha incontrato i rifugiati e si è intrattenuta con donne e bambini. Con l'aiuto di Puma ha girato una serie di documentari sul viaggio e sulle storie di questi ragazzi: «Qualcuno di loro potrebbe essere la persona che troverà la cura contro il cancro. E non hanno l'opportunità. Tutto quello che vogliono è una formazione».

7. Le passioni private: ammira Charlize Theron, il suo videogioco preferito è Call of Duty, suona la batteria e la chitarra.

View this post on Instagram

Coming soon.... @chanelofficial

A post shared by Cara Delevingne (@caradelevingne) on

8. La condivisione della malattia: Cara non ha mai nascosto i suoi problemi con la depressione (e di aver pensato addirittura al suicidio). E invece eccola qui, più forte che mai. Rimane però il problema della psoriasi che compare, implacabile, nei momenti di maggior stress.

Il mio sogno è quello di trascorrere una settimana su un'isola, senza telefono.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Libri