Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Questo libro di favole moderne insegna alle bambine come diventare donne straordinarie

100 storie illustrate da 100 artiste che celebrano altrettante donne importanti: Storie della buonanotte per bambine ribelli ha messo al posto delle solite principesse artiste, scrittrici, scienziate e sportive che hanno lottato per affermare se stesse

Getty Images

Si intitola Storie della buonanotte per bambine ribelli ed è un libro di favole femminista, tanto gagliardo quanto le marce delle donne e tanto attuale quanto l'ultima sfilata di Missoni o di Versace. Qui, come protagonista, non c'è l'eroina con lunghi capelli biondi raccolti in una treccia e il sospiro facile: in questo libro di favole moderne, infatti, l'eroina ha il mono ciglio e un'anima guerriera; non è in attesa del principio azzurro, piuttosto lotta per affermare se stessa e la propria visione del mondo. Qui l'eroina si chiama Frida Kahlo, intramontabile artista e icona di stile . O Serena Williams. O la Rita Levi Montalcini. E questa eroina ha anche parecchia voglia di cambiare i connotati alle protagoniste di favole e racconti, con un'immagine distante anni luce dai vecchi cliché delle ormai un po' imbolsite Cenerentola e Biancaneve.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Succede così che in questo 8 marzo, che ha ancora, eccome, senso festeggiare, la bella e nuova notizia nel mondo della letteratura per l'infanzia arriva da Goodnight stories for rebel girls, (finalmente uscito anche in Italia dopo un debutto di enorme successo negli States), ovvero una raccolta di 100 racconti illustrati, ideata da Elena Favilli e Francesca Cavallo, due italiane emigrate in California. Che hanno pensato di raccontare alle bambine di oggi le storie, tra le altre, di Elisabetta II e Zaha Hadid perché, come hanno spiegato le stesse creatrici, «nei libri per bambini ci sono ancora molti stereotipi di genere e i genitori non hanno a disposizione abbastanza cartoni animati, riviste o libri con modelli femminili positivi:per questo abbiamo creato questo libro, felicemente finanziato da una campagna di crownfunding che in pochi mesi ha raccolto un milione e 300 mila dollari». Diventando così il libro più finanziato della storia delle raccolte fondi. Quando si dice, un gioco da ragazze.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito