Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Licia Troisi ci parla del nuovo libro La Saga del dominio, le lame di Myra

L'autrice fantasy più venduta d'Italia nell'intervista ci parla del suo ultimo libro, il primo capitolo di una nuova trilogia

Getty Images

Licia a Troisi assomiglia a un folletto: solo a guardarla si capisce perché l'autrice ami tanto il genere fantasy. Un amore corrisposto, che l'ha portata a vendere 3 milioni e mezzo di copie (un successo quasi paragonabile a quello dell'autrice di Divergent, Veronica Roth), e che l'ha spinta ad accantonare il suo primo lavoro di astrofisica presso l'Agenzia Spaziale italiana. Ma al contrario dei folletti, non è dispettosa:  le ho visto firmare un numero impressionante di copie e prestarsi a centinaia di selfie, durante la presentazione del primo capitolo della nuova trilogia, La Saga del dominio, le lame di Myra, Mondadori, pp. 384, euro 19. Senza mai perdere il sorriso. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Un ritratto di Licia Troisi
Getty Images

Lei sceglie sempre donne forti. 

Forse perché mi sento un po' come loro. Sicura e nel contempo vulnerabile. Quando si tratta del mio lavoro sono molto determinata, ma nei confronti di mia figlia (Irene, 6 anni ndr) sono ansiosa. Myra è un po' il risultato di questo mio stato d'animo. E' un'eroina segnata dal suo passato, che vuole vendicare la morte del padre. E' la prima volta che esploro il rapporto genitore-figlia, si vede che la mia esperienza di madre voleva trovare il suo spazio. 

Lei ha venduto molte più copie di molti scrittori tradizionali, nonostante questo il fantasy è considerato un genere minore.

Questo avviene soprattutto in Italia, in Francia l'attenzione è diversa. E in America hanno prodotti film meravigliosi. Purtroppo in Italia è impossibile per via dei costi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il fantasy ha avuto negli ultimi anni grandi successi di vendita. Secondo lei perché?

Perché parla della contrapposizione fra bene e male: in una società cinica come la nostra, gli adolescenti cercano punti di riferimento chiari. 

Ha mai pensato di cambiare genere? 

Non potrei, questo è il mio mondo. Ho scritto un libro di divulgazione scientifica, ma solo perché fa parte del mio percorso di astrofisica.

Progetti futuri?

Nella prima metà del 2017 dovrebbe uscire il terzo capitolo di Pandora. Poi mi rimetterò a lavorare sulle avventure di Myra.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Libri