Milena Busquets: contro la morte, ci vuole il sesso

Passerà anche questa: è il titolo del primo libro della scrittrice catalana che racconta il lutto per la perdita della madre

Un debutto fulminante, dolente ma spiritoso, quello della catalana Milena Busquets, che con Passerà anche questa(Rizzoli), ha strappato in patria un contratto leggendario e ha poi venduto i diritti di traduzione in 26 Paesi. Figlia dell'altissima borghesia spagnola, 42 anni, racconta nel suo esordio la morte della madre Esther, intellettuale, anticonformista e illuminata, fondatrice tra l'altro di Lumen, una delle case editrici indipendenti più rispettate del Paese.Passerà anche questa è un libro «largamente autobiografico: Blanca, la protagonista, per molti versi sono io», dice la Busquets, che vanta una straordinaria somiglianza con Uma Thurman, la padronanza di cinque lingue e un senso dell'umorismo acuto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Nel suo romanzo la protagonista, reduce dal funerale della madre, riflette: «Il contrario della morte non è la vita, è il sesso». 

È il suo contrario e anche il suo antidoto, è un anestetico, è un antidolorifico, perché ci dà la consapevolezza di essere ancora vivi, di poter giocare la partita dei vivi. Quando sono rimasta senza madre mi sono sentita come se mi avessero tolto il sole. E la storia di Blanca, cioè la mia, è quella di una donna che non sopporta di diventare orfana, anche se ha compiuto 40 anni. Per un anno, dopo la morte di mia madre, sono uscita compulsivamente, poi ho cominciato il romanzo. A tratti dovevo smettere perché le mie parole mi suonavano tanto intense da ferirmi, a tratti quel che scrivevo mi faceva orrore e pensavo che non valesse la pena pubblicarlo. Poi,  per fortuna, l'ho fatto.

Passerà anche questa, è pubblicato da Rizzoli, pp. 198, € 17, ebook € 9,99.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Blanca ha svariati amanti, due ex mariti, molti amici. È indomabile, refrattaria al bon ton, a tratti malinconica, a tratti piena di energie. Un po' la si ammira, un po' fa specie…

Blanca la si può anche trovare eccessiva, ma ha di buono questo: si ricorda sempre che ci sono cose per cui vale la pena di continuare a vivere, per esempio l'amicizia, l'estate, il vino bianco freddo. Anche in mezzo al dolore sa bene che la gioia ha i suoi spazi, e che l'amore è dove trovi la gioia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Libri