10 libri che ogni donna dovrebbe leggere prima dei 30 anni per capire molte cose della vita

Ci sono autori che si trasformano in maestri, e libri in bellissimi esempi di vita. Eccone dieci da legare al cuore (consigliati da un uomo)

image
Dmitriy Ilkevich / Unsplash

Quali sono i migliori libri da leggere per donne 30enni? Molti, a dire il vero. Di libri belli da leggere prima di compiere i 30 anni ce ne sono tanti.

Avere un libro con cui confrontarsi è, spesso, un'ottima soluzione ai problemi, è la medicina per il cuore e lo spirito, è la chiave per capire meglio la vita.

Il mercato editoriale italiano e non solo propone molti libri per capire le donne, sia rivolti al pubblico femminile che a quello maschile.

Quando parliamo di libri consigliati per donne, comunque, non intendiamo solo letteratura rosa o libri che non sono adatti agli uomini. Si tratta di bei libri da leggere che possono essere molto apprezzati dalle lettrici.

Libri di donne, libri sulle donne, libri per le donne: in ogni caso sono libri bellissimi da leggere che aiuteranno le giovani donne a farsi una propria idea del mondo.

Perché, alla fine, è questo quello che conta. Parafrasando sant’Agostino, infatti: “Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina”.

Ecco quindi una selezione di libri che ogni donna (ma fanno bene anche agli uomini, eh) dovrebbe leggere prima dei 30 anni. E poi, magari, riprendere in un secondo momento della vita.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Un libro per capire le donne: "La lunga vita di Marianna Ucrìa" di Dacia Maraini

Siamo nella Sicilia del Settecento e Marianna appartiene a una famiglia nobile.

Secondo la sua famiglia dovrebbe sposare l'uomo che da bambina l'ha violentata, lasciandola, tra l'altro, muta e sorda per lo spavento. Questa condizione, comunque, non impedisce alla donna di dedicarsi alla lettura e muoversi, così, oltre i ristretti confini della quotidianità.

Grazie alla sua saggezza e al suo coraggio, Marianna Ucrìa riuscirà a ottenere il rispetto della propria famiglia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
"Che tu sia per me il coltello" di David Grossman: un libro bellissimo da leggere

"Myriam, tu non mi conosci e, quando ti scrivo, sembra anche a me di non conoscermi. A dire il vero ho cercato di non scrivere, sono già due giorni che ci provo, ma adesso mi sono arreso. Ti ho vista l'altro ieri al raduno del liceo. Tu non mi hai notato, stavo in disparte, forse non potevi vedermi. Qualcuno ha pronunciato il tuo nome e alcuni ragazzi ti hanno chiamato "professoressa". Eri con un uomo alto, probabilmente tuo marito. È tutto quello che so di te, ed è forse già troppo. Non spaventarti, non voglio incontrarti e interferire nella tua vita. Vorrei piuttosto che tu accettassi di ricevere delle lettere da me".

Inizia così questo intensissimo romanzo di David Grossman (tradotto in Italia da Alessandra Shomroni) che scava nel profondo dei rapporti umani e porta a riscoprire il proprio io più nascosto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Libri sulle donne scritti da Premi Nobel: "Un matrimonio per bene" di Doris Lessing

Martha si è sposata da poco: ha solo 19 anni e si è mossa sulla scia della passione. Ha lasciato la vita libera della fattoria in cui viveva con i suoi per trasferirsi in città con suo marito. Che si fa ammaliare dalla guerra e parte, lasciando sola Martha che inizia a mettere in dubbio quel "matrimonio per bene" che le era sembrato la soluzione a tutti i suoi problemi.

Da leggere per aver ben chiaro che il matrimonio non è l'unica strada da percorrere e cercarne altre è un gesto di coraggio, non certo una colpa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
"Paura di volare" di Erica Jong, uno dei migliori libri consigliati per le donne

Uscito nel 1973, Paura di volare divenne un caso per come affrontava il tema della sessualità femminile.

La storia è quella della trentenne Isadora, scrittrice, che è sposata con uno psicanalista freudiano cinese e che a Vienna conosce Adrian, anche lui psicanalista ma della scuola di Ronald Laing, con cui fuggirà. Un bellissimo viaggio attraverso l'Europa per ritrovare se stessa.

Alla sua nuova fiamma Isadora racconta la propria vita sentimentale con un punto di vista che è diventato quasi iconico dell'emancipazione femminile.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Un libro da leggere prima dei 30 anni: "Ritratto di signora" di Henry James

Ritratto di signora è il più noto tra i romanzi dello scrittore statunitense Henry James (1843-1916). Si tratta di un romanzo di formazione.

Vi si narra di una giovane e ricca donna americana – Isabel Archer – che cerca di inserirsi nella (decadente) società europea. Questo, tuttavia, comporterà la sua trasformazione dall'essere una persona fieramente indipendente a quella di donna soffocata in un matrimonio pessimo.

Un romanzo che va centellinato e nel quale, in apparenza, non succede nulla.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Libri di donne: "Il mondo" di Irene Brin

Irene Brin (1911-1969, pseudonimo di Maria Vittoria Rossi) è stata una giornalista di costume.

Il mondo raccoglie diversi suoi scritti sulla storia del costume e della vita italiana con cui ha contribuito a creare il fascino del made in Italy.

In questa antologia scopriamo una Irene Brin scrittrice fuori dal tempo che riesce a dare uno sguardo nuovo sul mondo in cui vive e lo fa con arguzia fuori dal comune.

Come quando parla dell'età, per esempio:

"Parlatene il meno possibile, non confessate la vostra, non chiedetela agli altri: tutti, uomini e donne, si dicono vicendevolmente una quantità di cose spiacevoli, mentre calcolando amabilmente le reazioni reciproche le potrebbero evitare sempre. Non sforzatevi di guardare il passaporto della compagna di viaggio, la patente automobilistica del nuovo conoscente. Ciascuno non ha l'età che dimostra, ma l'età che cerca di dimostrare, e lasciamogli le sue illusioni".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Libri per capire le donne: "Penelope alla guerra" di Oriana Fallaci

È il primo romanzo di Oriana Fallaci che vide la luce nel 1962.

La protagonista è Giò, donna che non teme di sfidare le convenzioni di una società maschilista e non fa come la Penelope di Ulisse che aspetta il ritorno dell'amato tra le mura di casa, ma si mette alla ricerca della propria identità, tra difficoltà e incertezze.

Un testo che guarda a tematiche come aborto, integrazione razziale e omosessualità da un punto di vista squisitamente femminile.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Libri da leggere per donne 30enni: "Cioccolata a colazione" di Pamela Moore

Quando uscì, nel 1956, Cioccolata a colazione venne considerato un romanzo scandaloso, dal momento che rivelava la solitudine, a volte disperata, che si nascondeva dietro la vita ordinata e apparentemente felice nei college per ragazze di buona famiglia.

Un romanzo in cui temi scottanti (per allora, ma non solo) quali omosessualità, abuso di alcol e suicidio giovanile vengono affrontati senza tante ipocrisie.

Protagonista di Cioccolata a colazione è la sedicenne Courtney Farrel che, naturalmente, vive in un ottimo collegio femminile. È una ragazza chiusa, che non sorride mai, e che sembra attratta da situazioni sempre poco chiare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
"La campana di vetro" di Sylvia Plath: uno dei libri bellissimi da leggere

È, questo, l'unico romanzo di Sylvia Plath, pubblicato in origine con lo pseudonimo di Victoria Lucas.

Protagonista è Esther Greenwood, brillante studentessa di provincia che ha vinto un soggiorno a New York offerto da una rivista di moda e il romanzo ne racconta le vicende, dal lavoro, alla depressione ai tentativi di suicidio.

Un romanzo che può interpellare quando ci si trova nel delicato periodo tra la fine degli studi e gli inizi della vita lavorativa, quando l'insicurezza sul futuro regna sovrana e seguire le proprie idee potrebbe sembrare essere una colpa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Un libro attuale da leggere: "Una stanza tutta per sé" di Virginia Woolf

Senza tanti peli sulla lingua, scrive Virginia Woolf: "Avete idea di quanti libri si scrivono sulle donne in un anno? Avete idea di quanti sono scritti da uomini? Sapete di essere l'animale forse più discusso dell'universo?".

In questo saggio del 1929 la celebre scrittrice riflette sulla necessità di uno spazio personale, tutto per sé, per poter portare avanti la propria attività di scrittrice. In un'epoca in cui non era affatto scontato, Virginia Woolf con questo saggio sottolinea l'importanza per le donne di raggiungere l'indipendenza economica.

Un testo che, a dispetto degli anni, è valido ancora oggi, in cui la disparità dei salari tra uomini e donne – giusto per citare una delle tante discriminazione – è ancora amara realtà.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Libri