Come sopravvivere alla pre-adolescenza: i consigli di Eleonora Olivieri

Abbiamo intervistato la giovane youtuber, che ci ha parlato dei 4 manuali in cui racconta le sue esperienze

image
Getty Images

Eleonora Olivieri ha 16 anni, l'apparecchio per i denti e frequenta la terza liceo scientifico. Ma soprattutto è una youtber da 200 mila followers, amatissima dai pre adolescenti. Ed è per loro che inserito le sue esperienze all'interno di quattro manuali illustrati in cui si insegna Come sopravvivere all'amore, alle amiche, alla scuola e allo specchio (De Agostini, pp. 128, euro 6,90 l'uno). I volumi sono ricchi di consigli pratici, (gli stessi che darebbe una qualsiasi madre dotata di un po' di buon senso, ma si sa, i suggerimenti dei genitori non hanno valore), in più e esperienze di Eleonora arricchiscono i libretti di spunti interessanti. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Un ritratto di Eleonora Olivieri

Qual'è il suo spazio all'interno dei libri?

In ogni volume ho scritto alcune pagine in cui racconto come ho superato situazioni difficili o imbarazzanti. Spero di poter essere utile a chi è un po' più piccolo di me, le ragazze che frequentano le medie e affrontano per la prima volta le mie stesse difficoltà.

Ci offre qualche consiglio pratico per superare i conflitti?

In passato mi è capitato di litigare con un'amica, perché aveva raccontato a tutti che mi ero innamorata di un ragazzo. Non ci siamo parlate per un po', finché ho scoperto che non era colpa sua, le avevano "rubato" il cellulare e avevano letto i nostri messaggi. Da allora ho imparato a esprimere subito delle mie emozioni. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come si diventa una youtuber di successo?

Io ho iniziato un po' per caso nell'aprile 2015, ero in prima liceo e ho creato un video per dar dei consigli ai ragazzi che stavano per affrontare l'esame di terza media. Ho avuto successo e da allora non mi sono più fermata. 

Quanto tempo dedica al suo canale?

Io posto un video a settimane e impiego due o tre ore per girare i filmati, più quattro o cinque per il montaggio. E' impegnativo, mi devo organizzare, ma sono orgogliosa di dire che a scuola continuo ad avere una buona media e che riesco a portare avanti con successo entrambi gli impegni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Libri