Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

5 buoni motivi per andare al Festivaletteratura 2016 di Mantova

La kermesse letteraria nel 2016 compie 20 anni: ecco gli eventi da non perdere e le cose da sapere

Getty Images

Per celebrare il 20esimo compleanno, il Festivaletteratura 2016, la festa dei libri che si tiene a Mantova (e nel 2016 la città è anche Capitale della cultura), si prepara a un'edizione speciale. Da mercoledì 7 a domenica 11 settembre c'è un ricco calendario di eventi: meglio affrettarsi e procurarsi i biglietti per tempo (online su festivaletteratura.it).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Dai memoir e alle microstorie, delle saghe familiari alle auto-fiction, a Mantova quest'anno c'è veramente di tutto: gli eventi sono più di 400, e altrettanti gli autori ospiti. Ecco la nostra selezione degli appuntamenti clou della manifestazione.

1. L'autore ritrovato

Sabato 3, apertura anticipata per l'arrivo a Mantova di Jonathan Safran Foer, che con il suo Eccomi (Guanda), storia di un matrimonio che si sgretola in concomitanza con lo Stato di Israele, torna al romanzo dopo 11 anni.

Jonathan Safran Foer.
Getty Images

2. I libri dei 20 anni

Grandi scrittori tra cui Julian Barnes, Jonathan Coe, Jay McInerney, Alain De Botton, sono chiamati a raccontare il libro che ha segnato i loro 20 anni. Una curiosa operazione nostalgia a cui tutti, anche i lettori, potranno partecipare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Jonathan Coe.
Getty Images

3. Il fenomeno inglese

Ha già scosso l'Inghilterra Solo per sempre tua (Hotspot), il romanzo di Louise O'Neill, che immagina una società in cui le ragazze vengono prodotte in laboratorio per rispondere a un unico requisito: l'avvenenza fisica. 

Louise O'Neill
Getty Images

4. Il tema dei migranti

Sono in tanti a parlarne quest'anno. Una voce su tutte: quella di Jenny Erpenbeck, tedesca i cui libri sono tradotti in 20 lingue, che racconta il destino degli africani a Berlino.

Jenny Erpenbeck.
Getty Images

5. Il tema della maternità (realizzata, sognata, mancata...)

Diverse autrici ne parlano: tra le altre, da non perdere Linda Le con il suo Lettera al figlio che non avrò (Clichy) e Maggie O'Farrell con Il tuo posto è qui (Guanda).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Libri