Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Arriva al cinema Suffragette, il film sulle femministe che hanno cambiato il mondo

Violet, Maud, Edith e Emmeline sono le protagoniste del film sulla battaglia per il voto: e tu, quale suffragetta sei?

Il 10 marzo saranno 70 anni dal primo voto femminile in Italia. E non c'è modo migliore, cinematograficamente parlando, di celebrare questa cruciale tappa dei diritti delle donne del film Suffragette, in uscita, con altissimo tasso di hype, il 3. Sì, perché Suffragette non è solo il racconto, commovente, denso, appassionato e vivido della lotta delle femministe inglesi nel 1912-13 per ottenere il diritto di voto (quel suffragio universale che arriverà poi nel 1928) ma è anche un lavoro tutto al femminile: diretto dalla assai coinvolta regista Sarah Gavron, sceneggiato da Abi Morgan, prodotto da Alison Owen e Faye Ward, interpretato da delle stupende Meryl Streep, Carey Mulligan, Anne Marie Duff, Helena Bonham­ Carter (le ultime tre tutte candidate all'Oscar), Romola Garai.

E a pochi giorni dall'uscita nei cinema italiani, il film, di cui è uscito il trailer ufficiale, è diventato anche una social t-shirt in edizione limitata con sopra il motto «Never surrnder, Never give up the fight» che sta facendo il giro dei social network, indossata da famosi e non, in una campagna di sostegno per i diritti delle donne. In attesa di poter, finalmente, vedere la pellicola, noi vi presentiamo le 4 protagoniste e vi chiediamo: qual è la suffragetta del vostro cuore?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
EMMELINE PANKHURST

La guida. Il suo motto è: «Preferisco essere ribelle, che schiava». Nel 1903, all'età di 45 anni Emmeline Pankhurst, allora già vedova, fondò la WSPU (Women's Social and Political Union), al grido di «fatti non parole». Il suo lavoro per il gruppo e tutti i suoi intensi discorsi hanno sempre motivato, incoraggiato e accompagnato l'azione militante.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
MAUD WATTS

L'insospettabile rivoluzionaria. Il suo motto è: «Ora il Mondo dovrà starci a sentire». Il desiderio di liberarsi dalla sottomissione e dalle violenze degli uomini, fa di una donna mite e appartata come Maud una vera combattente, pronta a lottare. Rinnegata dai propri famigliari e costretta a separarsi dal figlio, la giovane lavandaia sarà disposta ad affrontare tutto questo e molto di più pur di portare avanti la battaglia delle Suffragette.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
VIOLET MILLER

La combattiva mai doma. Suo il motto "eravamo invisibili, ora siamo sotto gli occhi di tutti.". Violet Miller è la collega di Maud che le fa conoscere il movimento delle Suffragette. Tra tutte è la donna più grintosa, un vero tornado di energia e forza di spirito che non si tira mai indietro quando c'è da lottare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
EDITH ELLYN

La borghese militante. Il suo motto è: «Combattiamo fianco a fianco». Il personaggio di Edith Ellyn è ispirato a un'altra Edith Garrud, suffragetta famosa per il suo nome di battaglia "suffrajitsu" per la sua abilità nelle arti marziali. Anche se nel film il lato più "fisico" di Edith è stato un po' smussato, rimane comunque un personaggio che fa del contrasto tra status sociale e lotta per i diritti il suo fascino maggiore.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Film