Cannes 2016, chi vincerà la Palma d'oro quest'anno?

Cannes 2016, in esclusiva i pronostici della vigilia: favoriti Jim Jarmush, il tedesco Toni Erdmann e il brasiliano Aquarius; ma il presidente della giuria George Miller sembra avere idee diverse

E come ogni anno, anche per Cannes 2016 è arrivato il momento del TotoPalma, ovvero, chi vincerà la Palma d'oro?, gioco preferito dai millemila cinèphile che affollano (sin troppo) il Festival di Cannes. E allora giochiamo pure noi, pensando che c'è anche qualcuno che vorrebbe The neon demon impal(m)ato. Ma si sa, il mondo è bello perché vario e tutti hanno diritto a un'opinione, anche se sbagliata.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Per il momento, il titolo che va per la maggiore è il tedesco Toni Erdmann, seguito da Paterson, il bus driver poeta di Jim Jarmusch. La sorpresa potrebbe essere il brasiliano Aquarius (foto in alto) che ha ottime probabilità di portare a casa il premio per la migliore interpretazione femminile, celebrando così la meravigliosa Sonia Braga. Voci di corridoio sussurrano che il presidente di giuria George Miller abbia adorato American honey, l'opera on the road di Andrea Arnold, e Miller non è persona che si fa mettere facilmente i piedi in testa.

Toni Erdmann, di Maren Ade

Gli attori più quotati

Tra gli attori, oltre ad Adam Driver, protagonista di Paterson, da tenere d'occhio Vincent Cassel. It's only the end of the world, l'atteso film di Xavier Dolan, non ha entusiasmato, ma difficile che il cocco di Cannes vada via senza un premio. Così farebbero felici anche la Francia, che quest'anno ha decisamente poche speranze di portare qualcosa a casa. Tra gli outsiders, quindi in odore di premio, Bacalaureat di Cristian Mungiu (foto sotto), già vincitore a Cannes nel 2007. Il film ha convinto molti, così come l'altro rumeno in concorso, Sieranevada di Cristi Puiu.

Bacalaureat, di Cristian Mungiu

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Titoli di coda

Vedremo cosa succederà, con le incognite di Asghar Farhadi e il suo The salesman, e il grande ritorno di Paul Verhoeven con il torbido Elle, interpretato da Isabelle Huppert. Sono gli ultimi film di un concorso che ha riservato anche profonde delusioni, troppo profonde per il più importante festival di cinema del mondo. Francamente non basta avere grandi nomi in concorso che possono portare stelle sul tappeto rosso. Ma questa è un'altra storia. Intanto aspettiamo domenica per sapere chi alzerà la Palma d'oro 2016.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito