Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Festival di Venezia 2017: il diario dell'inviata di Gioia! del giorno 3

Nella terza giornata di Festival, tra pioggia e vento, sbarca in Laguna la coppia di fatto Jane Fonda e Robert Redford, Leoni d'oro alla carriera: avvistato anche George Clooney in congedo momentaneo dalle corvée coi due gemelli

Jane Fonda e Robert Redford
Getty Images

Scrosci di pioggia e vento incessante hanno turbato le notti bianche (o comunque brevi) del popolo del Lido, bruscamente risvegliato in un clima autunnale: alle 8 di mattina, gli accreditati che si avviavano verso le prime proiezioni si scambiavano sorrisi stanchi e stirati, le giurate, coi loro abiti griffati e i tacchi nelle pozzanghere, rabbrividivano dentro giubbetti di risulta.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

In tutto questo, a deliziarci ci hanno pensato Jane & Robert e la loro storia d'amore in 50 anni di film. Jane Fonda e Robert Redford, 79 anni lei 81 lui, sono la coppia del giorno, sbarcati al Lido oggi per ricevere il Leone d'oro alla carriera, e presentare Le nostre anime di notte, delicata storia d'amore senile targata Netflix, tratta dal romanzo omonimo di Kent Haruf, hanno celebrato la loro amicizia complice, tra impegno e cinema. La Fonda, quella dei due decisamente più in forma, si è anche lasciata andare, confidando alla platea della conferenza stampa di essere sempre stata innamorata di Bob, che, a vent'anni come a 80 «bacia ancora benissimo, purtroppo eravamo entrambi impegnati».

Li rivedremo ancora per mano stasera sul red carpet, A proposito di red carpet... Questa mattina, in attesa di intervistare Matt Damon nei corridoi segreti dell'Hotel Excelsior, abbiamo sbirciato in anteprima le sontuose toilette che indosserà da domani Julianne Moore (top secret, ma ne vedrete delle belle!), sbarcata stamattina al Lido da una lancia insieme a George Clooney, che l'ha diretta nel noir grottesco Suburbicon, in concorso. A proposito del bel George, fresco neopapà di due gemelli, l'amico Matt Damon, partner della Moore in Suburbicon, ci ha rivelato: «Mi sarebbe proprio piaciuto, da genitore navigato, potergli dare qualche consiglio, ma la verità è che con mia moglie ci siamo sempre detti che avere dei gemelli dev'essere davvero un inferno. Non ho niente da insegnargli. Poveretto, non so quanto riesca a dormire».

Julianne Moore e George Clooney al loro arrivo al Lido.
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito