Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Festival di Venezia 2016: tutti i vincitori dell 73a Mostra del cinema

Il regista Lav Diaz conquista il Leone d'oro con The woman who left, Emma Stone il premio come miglior attrice e Tom Ford il Leone d'argento Gran premio della giuria: ecco i premiati di Venezia 73

festival di venezia 2016: i vincitori e i premi
Getty Images

Le aspettative sono state rispettate. Il Festival di Venezia 2016 vede il Leone d'oro conquistato dal regista filippino Lav Diaz con il film The woman who left. A Emma Stone il premio come miglior attrice per l'interpretazione del musical La la Landmentre Jackie la pellicola ispirata alla vita di Jacqueline Kennedy (con Natalie Portman nel ruolo della First Lady) il riconoscimento come miglior sceneggiatura. Ma non sono gli unici vincitori individuati dalla giuria internazionale della 73a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica: una delle rivelazioni più promettenti è Paula Beer per la sua interpretazione in Franz di Francois Ozon, premiata come miglior attrice emergente. A Tom Ford, di ritorno al Lido dopo aver presentato la sua sfilata alla New York fashion week 2016, il Leone d'Argento Gran Premio della giuria per il film Animali notturni, che vede lo stilista tornare dietro la macchina da presa nelle vesti di regista.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Sonia Bergamasco, madrina del Festival di Venezia 2016
Getty Images

Tutti i premiati del Festival di Venezia 2016

La serata è stata presentata dalla madrina di questa edizione del Festival del cinema di Venezia, Sonia Bergamasco, nella Sala Grande del Palazzo del Cinema. La giuria, presieduta da Sam Mendes (il regista di American Beauty) e composta - tra gli altri - da Chiara Mastroianni, Gemma Arterton e Nina Hoss (splendide sul red carpet), ha dovuto scegliere i vincitori tra 20 film in concorso, di cui tre italiani. A proposito, l'Italia (ancora una volta) a mani vuote.

Leone d'Oro miglior film: The Woman who Left di Lav Diaz.

Leone d'Argento miglior Regia: Amat Escalante per La rejon salvaje e Andrei Konchalovsky per Paradise.

Leone d'Argento Gran Premio della Giuria: Animali notturni di Tom Ford.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il Leone d'Oro al regista Lav Diaz
Getty Images

Coppa Volpi migliore attore: Oscar Martínez per El Ciudadano Ilustre di Mariano Cohn e Gastón Duprat

Coppa Volpi migliore attrice: Emma Stone per La La Land di Damien Chazelle.

Premio Marcello Mastroianni miglior attore emergente: Paula Beer per Franz di Francois Ozon.

Premio per la miglior sceneggiatura: Noah Oppenheim per Jackie di Pablo Larrain.

Premio Speciale della Giuria: The Bad Batch di Ana Lily Amirpour.

Paula Beer, miglior attrice emergente
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Leone del Futuro, Premio Luigi De Laurentiis per un'Opera Prima: The Last of Us di Ala Eddine Slim.

Premio Orizzonti per il miglior film: Liberami di Federica Di Giacomo.

Premio Orizzonti miglior regia: Home di Fien Troch.

Premio Speciale della giuria Orizzonti: Big Big World di Reha Erdem.

Premio Speciale Orizzonti per il migliore attore: Nuno Lopes per São Jorge di Marco Martins.

Premio Speciale Orizzonti per la migliore attrice: Ruth Díaz per The Fury of a Patient Man di Raul Arevalo.

Leone d'Argento a Tom Ford
Getty Images

Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura: Bitter Money di Wang Bing.

Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio: La Voz Perdida di Marcelo Martinessi.

Premio Venezia Classici per il miglior documentario sul cinema: Le concours di Claire Simon.

Premio Venezia Classici per il miglior film restaurato: Break Up - L'uomo dei cinque palloni di Marco Ferreri.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito