Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Tina Kunakey: e poi t'innamori di Vincent Cassel (senza sapere chi è)

Non fatevi ingannare dall'età: la nuova fiamma dell'attore francese ha solo 20 anni ma un temperamento schietto (e selvatico) come la chioma ribelle che è ormai il suo marchio di fabbrica

tina kunakey intervista
Adolfo Franzò

Quella chioma selvatica e indomabile che fluttua come una nuvola intorno al bel viso ambrato è il marchio di fabbrica che dice tutto della modella che ha conquistato il cuore della star francese Vincent Cassel, ex di Monica Bellucci, di 30 anni più grande. A 20, Tina Kunakey, che vive da sola da quando ne aveva 16 e dopo aver conquistato stilisti e copertine debutterà nel 2018 come attrice in Trust, miniserie del premio Oscar Danny Boyle dedicata al rapimento di John Paul Getty III, è una giovane donna orgogliosa e schietta, decisa a cogliere e far fruttare tutte le chance che la sua fiera bellezza le offre. Senza compromessi né sensi di colpa, con una sola sconfinata gratitudine per la famiglia d'origine «gente molto, molto concreta, con valori solidi».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Tina Kunakey, 19 anni, indossa un abito lungo color cipria TWINSET.
Adolfo Franzò

Un mix di geni fortunato, il suo.

Mia madre è italiana, di Caltanissetta, mio padre è per metà togolese e per metà francese. Lei faceva la parrucchiera, aveva un salone a Tolosa. Mio padre l'ha notata ed è stato un colpo di fulmine, ha cominciato a passare sempre più spesso di lì, poi un giorno le ha chiesto un appuntamento: dopo 25 anni sono ancora insieme. Si sono poi trasferiti a Biarritz dove io ho sempre vissuto, con mio fratello e mia sorella.

Che sogni aveva allora?

Volevo diventare una nuotatrice professionista. Nuotavo a livello agonistico, ho fatto parecchie gare importanti, poi ho avuto un incidente alle spalle che mi ha costretto a interrompere. Già quand'ero piccola i miei ricevevano pressioni perché facessi la modella ma io non ho mai voluto davvero, fino a che non ho lasciato casa per andare a vivere a Madrid con il mio ex fidanzato (un misterioso calciatore spagnolo, ndr).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Così piccola e così indipendente?

Ma col consenso e la fiducia dei miei genitori, non c'è stato nessuno strappo, nessun dramma, e non perché si disinteressassero a me, anzi: anche ora siamo sempre in contatto, ci sentiamo almeno dieci volte al giorno, mando loro foto di tutto ciò che faccio, anche delle cose che mangio. Voglio che siano fieri di me.

Immagino che lo siano già parecchio.

Voglio che lo siano ancora di più.

Quando ha realizzato di essere così bella?

Tardi, quando ho conquistato la mia indipendenza e ho dovuto imparare a gestire da sola il dono che avevo, a prendere coscienza di ciò che sono e la confidenza necessaria con l'ambiente in cui cominciavo a muovermi.

Tina Kunakey indossa un abito lungo TWINSET.
Adolfo Franzò

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come si sente con tutta quella gente addosso che la trucca, la pettina e la veste?

Come una principessa. Siamo una squadra e ciascuno cerca di fare la sua parte al meglio. È davvero una sensazione piacevole tutta quella gente che si prende cura di me.

È stato Cassel a convincerla a fare l'attrice?

No davvero. E nemmeno io ci pensavo, ma il fatto che lo frequenti attira l'attenzione di chi fa cinema. Mi è arrivata questa opportunità, penso sia stato giusto coglierla. Sono stata selezionata tra tantissime candidate. So di essere fortunata, ma sono convinta che se davvero vuoi intensamente qualcosa, alla fine presto o tardi ce la fai.

E lei che cosa vuole intensamente?

Essere felice, libera, imparare più cose possibili sulla vita.

Come è andata sul set di Boyle?

Credo bene, ma glielo dirò quando vedrò il film.

Cassel l'ha ha aiutata? Le ha dato dei consigli?

Come farebbe qualsiasi fidanzato, non dico di no.

Come vi siete incontrati?

Come si incontrano tutte le persone del mondo, come lei e me oggi. Non sapevo che fosse famoso.

Ora che lo sa, qual è il suo film preferito?

Non ne ho visti molti. Direi È solo la fine del mondo, ho pianto molto. Ma non so ancora abbastanza del mondo del cinema, sto imparando.

Si è rimessa a studiare?

Non mi piace studiare, preferisco imparare osservando, mettendomi direttamente alla prova, parlando con la gente.

Il corto per Twinset qui a Venezia era dedicato ai giovani e al lavoro precario, che alimenta una spietata concorrenza. Pure lei è una precaria di lusso, in fondo.

Sì, ma la competizione non ha senso, ognuno di noi è diverso dall'altro e ha talenti differenti. L'importante è avere fiducia in se stessi e inseguire i propri obiettivi.

Come s'immagina fra dieci anni?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La vita cambia così in fretta e noi con lei. Spero di essere sempre felice e di rendere tale la mia famiglia. Quando hai l'amore, hai tutto. Io ce l'ho. Ho gli amici e la famiglia.

Qual è la cosa più importante in un rapporto?

L'onestà. Bisogna essere autentici e veri, in tutto, io lo sono soprattutto con me stessa.

Tina Kunakey indossa un abito bustier in tulle di seta con scollo a cuore, TWINSET.
Adolfo Franzò

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Film