Senza reggiseno è meglio! Lo dice la scienza

Il motivo è molto semplice: non indossare indumenti troppo stretti aiuta a migliorare la circolazione

image
Getty Images

Senza reggiseno è meglio? Sembrerebbe proprio di sì, almeno a giudicare dai risultati di uno studio che ha rivoluzionato tutte le teorie sull'indumento in questione. Uno studio condotto dal ricercatore scientifico Jean-Denis Rouillon, professore all'Università di Franche-Comte, durato addirittura 15 anni e i cui esiti sono stati pubblicati nel 2013.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Cosa è emerso dalla ricerca? Semplice: che le donne senza reggiseno hanno un seno più tonico e formoso rispetto a quelle che lo usano regolarmente, i loro seni non assumono affatto un aspetto flaccido e cadente se non sostenuti da un supporto e – addirittura – l'altezza dei loro capezzoli aumenta. Secondo lo studio, infatti, se lasciati liberi l'altezza dei capezzoli aumenta di 7 millimetri all'anno.

Seno grande senza reggiseno?

È una delle rivoluzionarie risposte contenute nella ricerca degli studiosi francesi. Ma, nel dettaglio, come è stato condotto lo studio? Sono state esaminate e monitorate con estrema attenzione, attraverso l'uso di accurati calibri e di sofisticati strumenti di calcolo, le variazioni nel volume, nel tono e nella fisionomia nel seno di 330 donne tra i 18 e i 35 anni. I risultati, appunto, sono quelli descritti sopra.

Sull'argomento, per la verità, le discussioni sono molto accese e non da poco tempo. Già negli anni sessanta le donne si dividevano in due fazioni. Da un lato quelle che vedevano nella liberazione dal reggiseno uno strumento di libertà e emancipazione, dall'altro quelle che si appellavano al decoro e al buon gusto. Meno prosaicamente, si è argomentato a lungo – e il dibattito continua tuttora – sull'opportunità che il reggiseno favorisca addirittura l'insorgere del cancro al seno. I sostenitori di questa teoria hanno promosso una giornata dedicata alla circostanza, il National No Bra Day, che cade il 13 ottobre di ogni anno. Per questa data si invitano tutte le donne ad uscire senza reggiseno, un modo per sensibilizzare l'opinione pubblica sul cancro al seno e raccogliere fondi per le ricerche.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Per la verità, in alcuni ambiti, il reggiseno è già un lontano ricordo. Sono molte, infatti, le tenniste senza reggiseno sui campi di tutto il mondo. Il reggiseno impaccia i movimenti, tiene ingabbiato il décolleté, non agevola il gioco: queste le motivazioni più ricorrenti usate anche dalle campionesse più affermate. E c'è chi, come la rumena Simona Halep, si è sottoposta addirittura a un trattamento di riduzione del seno per essere più competitiva. Risultato? Ha iniziato a vincere tornei di grande prestigio, scalando posizioni nella Wta, la classifica mondiale.

Nutrito è anche l'elenco di star senza reggiseno, sui red carpet, sul piccolo e grande schermo, nelle serate mondane o anche a fare la spesa al supermercato. Qualche nome? Belén Rodriguez, Anne Hathaway, Sharon Stone, Britney Spears, Charlize Theron, Kate Moss, Megan Fox, Kim Kardashian, Miley Cyrus, Lady Gaga, Rihanna. Chi l'ha detto, del resto, che sfoggiare una camicetta senza reggiseno o più in generale vestiti senza reggiseno sia un oltraggio al pudore?

Diverso è il discorso legato ad altri tipi di sport. Correre senza reggiseno, in caso di taglia extralarge, non è infatti particolarmente indicato. Per lo scopo sono in commercio reggiseni specifici per lo sport, in grado di attutire eventuali traumi e microtraumi derivanti dal rimbalzo del seno contro il torace.

Tutte senza reggiseno, dunque? Forse. Perché lo stesso professor Rouillon ha invitato alla prudenza, definendo come preliminari i risultati della sua ricerca. C'è molto ancora da lavorare sull'argomento e la questione va approfondita con studi più sistematici. Ma, per lo meno, adesso sappiamo che scegliere di non indossare il reggiseno non è più impossibile.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze