Come cambierebbe il corpo (e la moda) se si smettesse di indossare i tacchi alti?

Pronte per una vita super flat?

image
Getty ImagesHanna Lassen

«A meno che non sei una ballerina che danza sul palcoscenico, io le ballerine proprio non le capisco», cit Victoria Beckham, che non rinuncia ai tacchi a spillo nemmeno in spiaggia (al contrario del bikini). Scarpe con il tacco vertiginoso, croce e delizia, che slanciano le gambe al cielo, elevano la sexyness (e l'autostima) ai massimi livelli, impreziosiscono l'outifit più basic. Décolletées, sandali, open toe che dolore, tortura e un pensiero fisso: ma chi me lo ha fatto fare? Per chi cercava solo una scusa valida per appendere le pumps al chiodo (alla faccia di Instagram) e votarsi a sneakers e sandali ultra piatti, ecco che thelist.com arriva in soccorso con le dichiarazioni di una serie di esperti a cui i tacchi alti non sembrano andare proprio a genio. Secondo gli ortopedici e podologi intervistati dalla testata, infatti, i tacchi alti farebbero male alla salute, provocando diverse problematiche fisiche, dall'affaticamento muscolare alla disfunzione alla caviglia, passando per gravi problemi al ginocchio. Fortunatamente, il danno causato dall'uso quotidiano dei tacchi a spillo non è permanente. Quindi, se hai deciso di abbandonare gli stiletti per sempre, preparati a cogliere i benefici di una vita superflat (Melania Trump stai leggendo?)

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

1. Il tuo polpaccio ti ringrazierà
Se indossi un paio di tacchi una volta ogni tanto, giusto per una festa o un matrimonio, probabilmente non avrai nulla di cui preoccuparti. Ma se li sfoggi forever and ever, le carte in tavola cambiano. «Quando indossi tacchi alti tutti i giorni, il muscolo del polpaccio si accorcia e ciò causa tallonite e fascite plantare», ha dichiarato il Dott Mehrizi esperto in podologia a The List. Ma la buona notizia è che sei ancora in tempo per limitare i danni. «Se smetti di indossare i tacchi con frequenza, il muscolo del tuo polpaccio si allungherà di nuovo, rendendo le tue passeggiate meno dolorose». Una ricerca condotta dalla Manchester Metropolitan University e dall’Università di Vienna ha dimostrato inoltre che indossare i tacchi alti per lunghi periodi può causare un accorciamento delle fibre muscolari e un ispessimento del tendine d’Achille.

2. Le dita dei piedi ti ringrazieranno
I polpacci e i talloni non sono le uniche parti del tuo corpo a soffrire quando indossi un paio di tacchi Victoria approved; anche le dita dei piedi sono a rischio, almeno secondo la dott.ssa Barbara Bergin. La conseguenza principale sarebbe la perdita di sensazione fisica. «Stai facendo pressione sui piccoli nervi che passano tra i tuoi metatarsi e provocano le sensazioni alle dita dei piedi». In altre parole, indossare i tacchi alti può pizzicare i nervi dentro e intorno alle dita dei piedi e causare una sensazione di bruciore, formicolio, nonché intorpidimento.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

3. La schiena ti ringrazierà
«Quando indossi i tacchi, inclini indietro il bacino, esercitando una maggiore pressione sulla colonna lombare e sui muscoli circostanti», ha detto sempre a The List il dott. Mehrizi, confermando la tesi che indossare scarpe con il tacco faccia male alla schiena. I tacchi, alzando il tallone, spostano il baricentro in avanti. Per ritrovare l’equilibrio, si tende a inarcare la schiena all’indietro, provocando un inarcamento lombare che altera la distribuzione dei carichi sui dischi vertebrali. Questa volta, anche chi li indossa solo in occasioni speciali non è esente da questi rischi, anzi: una camminata inesperta, quindi goffa e insicura, non fa altro che accentuare la curvatura della schiena.

4. Le ginocchia ti ringrazieranno
Svariate ricerche sottolineano che un uso prolungato e frequente di scarpe con il tacco alto può portare a dolori vari e problemi a postura e articolazioni. Secondo una ricerca condotta alla Stanford University, per esempio, camminare con tacchi alti più di 7 centimetri può facilitare lo sviluppo di artrite, una malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni che, non a caso, è due o tre volte più frequente nelle donne che negli uomini. Il motivo: i tacchi modificano l’andatura causando una maggiore pressione sulle articolazioni delle ginocchia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

5. Le unghie ti ringrazieranno
Anche una serie di infezioni antiestetiche andrebbero a braccetto con heels da capogiro. «Scarpe appuntite e tacchi alti che causano una pressione costante sulle dita dei piedi, in particolare l'alluce, possono provocare danni all'unghia del piede», come sottolinea la dott.ssa Bergin. «Le unghie dei piedi danneggiate e deformate sono più suscettibili a deformità e a infezioni da fungine».

6. Le dita dei piedi ti ringrazieranno part II
Alluce valgo, borsite, dita a martello ti dicono qualcosa? Tutti questi tre disturbi sarebbero legati all'uso prolungato di scarpe con il tacco. In particolare, la borsite, di cui sarebbe stata operata anche Mrs Beckham (vi ricordate le stampelle?) non è una passeggiata. Si tratta di di un disturbo al piede che vede l'alluce deviare lateralmente verso le altre dita, solitamente un problema congenito o strutturale, ma peggiorato dall'uso continuo e prolungato di tacchi troppo alti, che costringono a una postura con spostamento in avanti, impedendo al piede di distribuire in maniera uniforme il peso sul suolo.

7. Le caviglie ringrazieranno
Quando indossi i tacchi alti il tuo punto di equilibrio naturale inevitabilmente si sposta e ti porta ad essere più instabile. «Quando porti i tacchi, porti il punto di equilibrio nel tuo corpo più in alto, così diventi meno stabile e molto più incline a cadere», ha detto il dott. Reed a The Huffington Post Australia. E più in alto è il tallone, maggiori sono le possibilità di un capitombolo e di una distorsione della caviglia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe