Mito All-Star Converse, la storia delle sneakers di tela più famose al mondo

Leggere e super cool nella versione alta (la più gettonata) ma anche in quella bassa. Non c'è generazione che non le abbia indossate

image
Omar Prestwich / Unsplash.com

Alzi la mano, chi non ha un paio di All-Star? Le scarpe da ginnastica della Converse, sono senza ombra di dubbio le snekares più famose al mondo e quelle che reggono meglio l'età. Di generazione in generazione, stagione dopo stagione, nonostante il colore e la fantasia siano cambiati ( come giusto che sia) in base alle mode, l'anima di scarpa semplice e leggera (in tela con suola alta o bassa in gomma) resta. Ma come è nato un mito della scarpa sportiva che continua a fare storia nonostante abbia abbandonato da tempo il mondo dello sport?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il merito va a lui: a Marquis M. Converse, il padre delle All-star, che nel 1908 fonda la Converse Ruberr Shoe Company. Un inizio lontano dai modelli di sneakers e scarpe sportive; nei primi anni di attività, l'azienda infatti produceva galosce e altri modelli di calzature in gomma. È dopo che arriva l'illuminazione e l'idea geniale di Marquis di dedicarsi al mondo dello sport realizzando le primissime sneakers. E visto che in quegli anni lo sport più gettonato era il basket perché non dar vita ad una scarpa da basket? Ecco che nel 1917 nasce la prima Converse All-Stars. Non tanto diversa da quella che indossiamo ora: suola di gomma spessa e una struttura in tela nera per contenere l’intera caviglia. Una sneakers studiata apposta per il piede del giocatore di basket che non ebbe però un gran successo. Per sfondare, infatti, le All-Star dovettero aspettare il giocatore Chuck Taylor. Fu proprio grazie a lui che la scarpa che conosciamo oggi diventò la scarpa più usata nel mondo del basket e da lì, la più indossata da tutti. Un legame tra i due che è continuato per tantissimo tempo. Chuck, infatti, non fu soltanto testimonial e sponsor di queste scarpa che considerava veramente comode ma anche designer delle stesse All-star. Fu lo stesso giocatore a disegnare, nel 1936, il modello bianco con le rifiniture in rosso e blu (omaggio alla bandiera americana) che conosciamo e amiamo. Questo modello poi fu la scarpa ufficiale dei Giochi Olimpici fino al 1968.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Ma in casa All-star non ci sono solo le All-star alte: tra i modelli più famosi al mondo che continua a mietere successo c'è anche la All-Star Low Cut, il modello basso nato nel 1957. Ieri come oggi, questa sneakers ha le stesse rifiniture della classica All-Star higt top ma è più bassa e scopre la caviglia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

E come capita spesso, il successo di un capo o di un accessorio è strettamente collegato anche a fenomeni giovanili. Le All-Star, infatti, non sono state solo semplici scarpe da ginnastica per fare sport, nella loro lunga storia sono diventate anche manifesto di contestazione ed elemento di stile delle generazione tra gli anni '70 e '80. Dal punk nella veste alta in black al rock più trasgressivo. Tra i piedi ribelli più famosi che le hanno portate c'è Kurt Cobain!

Getty Images

Indossate da star e musicisti, celeb e vip di ieri e di oggi, queste scarpe da ginnastica sono una certezza. E pensare che nel 2001, la Converse Ruberr Shoe Company si trovava sull’orlo del fallimento... È grazie a Nike, che la acquistò, che possiamo continuare a calzare queste icone senza tempo. Ma tornando ai piedi più celebri che le hanno indossate come non citare anche il mondo di Hollywood? Assodato che hanno fatto breccia nel cuore delle rockstar e musicisti più cool del tempo, le All-star sono entrate anche nel mondo del cinema. E che cinema! Da Grease, Back To The Future, Stand by Me, Rocky, The Breakfast Club, Big Girls Don’t Cry, Pulp Fiction and Stranger Things sono solo alcuni dei film che le hanno viste protagoniste.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

E se ci fosse ancora qualcuna che dubita che le All-star non siano un pezzo indispensabile nel guardaroba di una donna alla moda, vi basti sapere che le fashion icon paparazzate in giro per il mondo con indosso un paio di All-star sono tantissime. Qualche nome? Sarah Jessica Parker, Mary-Kate, Ashley Olsen, Miley Cyrus (che le costumista per sé con glitter e bandane dando vita alle Converse per Miley) e pure Michelle Obama! Può bastare? E le occasione nelle quale queste donne super stilish le hanno indossate non sono sempre state nel tempo libero. Perché che la scarpa da ginnastica sia ormai equiparabile ad una Louboutin senza tacco è ormai chiaro. Proprio così. La schiera di blogger e giornaliste di moda che le portano in giro da una sfilata all'altra è sempre più folta. Ma non solo, è pure concesso (anzi risulta fighissimo) abbinare un abito Haute Couture, prezioso e ricercato, ad un paio di sneakers. Ferragni docet! Insomma, pratiche e al tempo stesso elegantemente cool, le All-star non possono e non devono mancare ai piedi di una donna. Tutto chiaro?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe