Mie care ora vi spiego perché avere la quarta di reggiseno è un vero incubo

Avete mai pensato a quanto vi costa i vostro intimo?

image
Getty ImagesSopiko Mdivnishvili / EyeEm

Avrei tanto voluto farvi vedere la faccia del mio fidanzato quando ha scoperto quanto costa (mediamente) un mio reggiseno e questa non è che l'ultima delle scenette divertenti, si fa per dire, della mia vita da tettona. Una quarta, per intenderci. Coppa più coppa meno. Ma di questo stiamo parlando. I reggiseni per seni abbondanti costano è un dato di fatto. Che sì, se vuoi toglierti lo sfizio di entrare in un negozio di intimo fast puoi farlo e qualcosa magari lo trovi anche ma non sarà mai come indossare un reggiseno fatto apposta. Qui non si parla solo di vestibilità e forma del seno ma anche, e soprattutto, del mal di schiena che se hai il seno grosso, e indossi il reggiseno sbagliato, inesorabile farà capolino. Spallina un po' larga, fascia rinforzata e coppa modellata per bene fanno miracoli ma ahimè il costo medio procapite è su per giù di 3 volte tanto il reggiseno fast di cui sopra. E toglietevi dalla testa che se ne possa fare a meno. No, se hai una quarta naturale, e non vuoi avere un'insegna luminosa puntata addosso, non mettertelo non puoi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Joshua Rawson-Harris / Unsplash.com

Avere un seno abbondante ha decisamente i suoi pro. Una volta fatto pace con lo specchio, ovvero passata l'adolescenza, esattamente come per i capelli crespi, sai cosa indossare per valorizzare ciò che madre natura ti ha dato, sentirti confident e anche un po' fiera di quelle tette che sì, verranno guardate, ma forse non tanto di più di quelle della tua amica votata al no bra e con le sue tette da prima che spuntano da sotto la camicia lasciata aperta.

Joey Nicotra / Unsplash.com

Avere un seno abbondante ha decisamente i suoi contro e no non hanno (o quasi mai almeno) a che fare con la necessità di riportare lo sguardo del tuo interlocutore ai tuoi occhi e non al tuo décolleté. Un esempio? Anche dopo una dieta estenuante quella maglietta che ti piace tanto sulle tette tirerà comunque e finirà che la dovrai regalare alla tua amica di cui sopra. Ma se proprio devo sceglierne uno su tutti, di contro intendo, il costo dei reggiseni vince a man bassa e questo perché, grazie al cielo, abbiamo superato i modelli da nonna abelarda, che chi c'era lo sa, negli anni 90 bisognava pure accontentarsi. Se si è fatta una stima di quanto una donna nella sua vita spenda mediamente in assorbenti, 1250 € ndr (OMG + se la Scozia ha deciso di distribuire gratis i tamponi alle studentesse da noi si sta parlando ora di abbassare l'iva), temo che nessuno si sia ancora addentrato nell'annoso calcolo di quanto costi l'intimo se sei dotato di una taglia quarta di seno in su. Potrei provare io a farlo per tutti, basterebbe in fondo spulciare il mio libro dei conti e dotarsi di calcolatrice ma temo che poi non ci sarebbe Kakebo (metodo giapponese per imparare a risparmiare) che tenga.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Avrei tanto voluto farvi vedere la faccia del mio fidanzato quando ha scoperto quanto costa (mediamente) un mio reggiseno. Ora le mie tette le guarda con occhi diversi e prima di fare i complimenti a loro ha iniziato a farli al reggiseno che indosso. Passerà.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori