Sapere che hanno inventato le mutande che non si devono lavare vi suscita orrore o sollievo?

Promette miracoli, ma poi li mantiene?

image
Getty ImagesCarmen Jimnez / EyeEm

Ok esistono delle mutande che non si devono lavare e la faccenda non ha nulla di pruriginoso. Niente fantasie erotiche di mutandine usate nmila giorni senza essere lavate per poi essere vendute. Niente faccende da adolescenti ribelli che un bel giorno decidono di non cambiarsi la biancheria intima né di farsi la doccia perché è rock. Niente valigia da weekend fuori casa sbagliata e con dimenticante multiple. Il brand danese Organic Basics ha brevettato le mutante che non hanno bisogno di essere lavate per giorni e giorni, persino per settimane.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

"Ti sei cambiato le mutande, che non si sa mai" chiunque abbia una mamma italiana media sa di cosa sto parlano ma ogni quanto si devono lavare le mutande? Probabilmente una regola standard non c'è anche se di prassi una volta al giorno, quando ci si fa la doccia, cambiarle male non fa. E con questa convinzione e/o convenzione siamo cresciuti un po' tutti.

Ispirate alle missioni nello spazio, le mutande danesi fondano il loro super potere sull'azione antibatterica del cloruro d’argento, il sale d'argento che viene usato per disinfettare le navicelle spaziali. Una sorta di sterilizzazione dei tessuti "a priori" che uccide la maggior parte dei batteri e dei funghi che possono formarsi a causa del sudore e che provocano i cattivi odori. Lo stesso principio delle mutande, Organic Basics lo estende anche alle calze e ai reggiseni e poi ancora ad asciugamani e t-shirt. Ecosostenibile, la collezione SilverTech 2.0 è fatta di materiali al cento per cento riciclabili oltre a ridurre e di molto l'utilizzo di acqua e detersivi per il lavaggio. Posto che evitare di sprecare acqua ed energia semplicemente indossando le proprie mutande più di una volta sembra un'ottima idea, la domanda che sorge spontanea è: le mutande che non si lavano funzionano davvero o, per salvare il pianeta, dobbiamo mettere in contro che igiene e socialità ne risentiranno? Una giornalista del nymag.com ha provato per noi.

La premessa è che Lori ha iniziato il suo test subito dopo la fine del suo ciclo, un momento in cui perdite e secrezioni possono rilasciare normalmente un odore più intenso del solito. Seguendo pedissequamente le regole scritte da Organic Basics, Lori non ha cambiato le mutande nemmeno per fare sport e alla fine della prima giornata ha avuto la sensazione di indossare qualcosa di fresco e pulito. La faccenda si è complicata alla fine del secondo giorno quando, seppur non sentendosi sporca ne avvertendo odori particolarmente forti, la sensazione di freschezza è andata scemando e ha deciso di non continuare il suo esperimento anche il terzo giorno, come aveva previsto. Dal suo test, oltre al fatto che sono comodissime, ne esce una cosa positiva. Sebbene per la sua esperienza non è vero che le mutande Organic Basics non si debbano lavare mai, sono antibatteriche ma non autopulenti, è altrettanto vero che usandole la frequenza di lavaggio si riduce del 50% potendole cambiare un giorno sì e uno no. Ah per dovere di cronaca il brand suggerisce di far prendere aria alle mutande durante la notte, tanto lo sai che non dovresti mai dormire con gli slip.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy photo

BUY NOW!

SilverTech Hipster 2-pack, 48.00 euro su organicbasics.com.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori