Kirsten Dunst, castigata (e bellissima) a Venezia 74

L'attrice, alla prima del film Woodshock di cui è la protagonista, ha dimostrato che per essere elegante non servono sovrastrutture

image
Getty Images

Un volto dai lineamenti puliti, delicati, quasi di bambola. Un paio d'occhi azzurri che, manco a dirlo, bucano l'obiettivo (e lo schermo). Kirsten Dunst, alla prima del film Woodshock che la vede protagonista, ha ammaliato il red carpet. Merito di una classe innata, ma anche di un abito estremamente femminile che non poteva lasciare indifferenti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

L'attrice, per l'occasione, ha infatti scelto un vestito rosa di Rodarte, caratterizzato da una divertente stampa a pois. A dare un tocco in più e a rendere ancora più speciale l'outfit ci ha pensato il ricamo floreale in vita. Una visione d'altri tempi: niente spacchi inguinali e scollature osé, la partita dell'eleganza si gioca a colpi di lunghe gonne e top castigati. E Kirsten lo sa bene, insegnando a tutte che, il più delle volte, un abito dalle linee classiche può essere molto più azzeccato di uno succinto (e, soprattutto, le possibilità che ti stia bene aumentano a dismisura).

Getty Images

Un look che si rivela vincente sotto tutti i punti di vista, anche quello beauty. Kirsten ha optato per trucco semplice e naturale, con un unico dettaglio sexy: il rossetto rosso fuoco sulle labbra. I capelli, invece, li ha portati sciolti, lasciandoli svolazzare al vento. Un outfit più azzeccato di così, non si può.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito