Il vestito da sposa di Meghan Markle è un capolavoro e lei è Diana 30 anni dopo

Il principe Harry ha trovato la sua principessa

image
Getty Images

«Nessuno mette Meghan in un angolo». Perché se qualcuno avesse mai avuto anche il minimo dubbio, il vestito da sposa di Meghan Markle è un capolavoro. Un abito da sposa couture realizzato da Clare Waight Keller, nuovo direttore creativo di Givenchy, con strascico eterno, infinito come quello di Diana, scollo a barca e maniche lunghe. Una scelta discretissima che non ha fatto rimpiangere il trionfo di pizzo di Alexander McQueen scelto da Kate Middleton sette anni fa. Un abito raffinatissimo reso ancor più indimenticabile dagli orecchini e il bracciale di diamanti di Cartier. Un look nuziale degno corollario di un matrimonio reale da sogno e giusta conclusione (o meglio incipit) dell'ascesa fashion di Meghan che non ha mai contemplato uno scivolone. Esemplare sul red carpet, in jeans, in tuta, al suo matrimonio con il Principe Harry non poteva che rasentare la perfezione. E così è stato.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Accompagnata da mamma Doria Ragland e all'altare dal principe Carlo in persona (dopo il forfait forzato di papà Thomas Markle), Meghan è una visione, ha dato libero sfogo al suo essere understatement sfoggiando un wedding dress avant garde ma sempre con un occhio di riguardo alla tradizione e all'etichetta, riuscendo a non apparire troppo regale e impostata.

Getty Images

Il toto-abito da sposa di Meghan Markle è iniziato esattamente il giorno dell'annuncio del fidanzamento reale. I tabloid inglesi fino all'ultimo hanno scommesso tutto su una creazione firmata Ralph & Russo, maison couture con sede a Londra fondata dalla coppia di designer australiani Tamara Ralph e Michael Russo, che ha già avuto l'onere e l'onore di curare il look di Miss Markle negli official portrait che annunciavano il royal wedding. Anche Burberry fino all'ultimo è stato in pole position, rumor alimentato dalla custodia porta abiti del brand inglese per antonomasia avvistato tra i bagagli di mamma Doria (che aveva fatto immaginare che mamma e figlia avessero scelto lo stesso designer). Tra i papabili anche la fashion designer Misha Nonoo, grande amica di Meghan e cupido nella love story reale, ma anche Giles Deacon artefice dell'abito di nozze di Pippa Middleton, aveva le sue chance.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Visto il suo status di divorziata, si pensava che Meghan non avrebbe indossato il bianco, ma a quanto pare la sposa non è così rebel da optare per una tinta pastello (nonostante la sua insofferenza al protocollo sia cosa nota).

Tra le altre indiscrezioni sull'abito, anche il prezzo (si parla di 100mila sterline) e la sua unicità: pare che la sua realizzazione abbia richiesto centinaia di ore di lavoro. Custodito da giorni a Palazzo, per tenerlo lontano da occhi indiscreti, pochi giorni fa sarebbe stato mostrato a The Queen per avere la sua approvazione.

Per quanto riguarda il trucco, invece, pare che la futura duchessa di Sussex non si sia affidata a un esperto make-up artist, secondo quanto riportato dal quotidiano Express, ma avrebbe chiesto a un'amica fidata di curare il suo look. La prescelta sarebbe Jessica Mulroney, canadese, migliore amica di Meghan, erede del colosso nel mondo delle calzature Browns, tra le protagoniste del suo addio al nubilato e avvistata a Londra già da qualche giorno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito