Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Fendi, sfilata e festa per l'anniversario dei 90 anni

La grande festa per l'anniversario della maison è pronta! Il 7 luglio 2016, tutti a Roma per celebrare Fendi con un libro e la sfilata della Haute Fourrure: Gioia! ci sarà e per prepararsi ha ripassato un po' di storia

foto di Karl Lagerfeld

Tutti a Roma il 7 luglio 2016 per festeggiare i 90 anni di Fendi: invece di una festa, una grande sfilata. In passerella una collezione chiamata Haute Fourrure. Sempre spiritoso Karl Lagerfeld, che per fortuna non si limita ai giochi di parole, ma si spinge agli azzardi del design: ci aspettiamo grandi sorprese considerato il titolo dello spettacolo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il libro Fendi Roma, edito da Assouline.

L'unica anticipazione che possiamo darvi riguarda il libro Fendi Roma di Assouline, novant'anni di storie appassionanti tra tradizione e innovazione: un tomo di 272 pagine, 28x35, con più di 300 illustrazioni, suddiviso in capitoli che parlano di ispirazione, creatività, sperimentazione, forza, femminilità, passato-presente-futuro, innovazione, moda, ovviamente e famiglia. 

Alcune pagine del libro Fendi Roma (Assouline)

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Partiamo da qui perché è il centro di tutta la storia della maison. Nel 1926 Edoardo e Adele Fendi inaugurano un negozio di borse con atelier di pellicceria in via del Plebiscito, a Roma, e sei anni dopo ne aprono un altro, presentando la prima collezione Selleria: borse in cuoio romano, tagliate e cucite secondo la tradizione dei sellai. Nel '33 s'incomincia a usare il giallo, diventato poi il colore ufficiale. Nel '50 sfila Amore, la prima capsule collection di pellicce di lusso e, durante tutto il decennio, a turno entrano in azienda le cinque figlie Fendi: Paola, Anna, Franca, Carla e Alda.

Karl Lagerfeld e le sorelle Fendi nel '65.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

 Il '65 è l'anno della svolta con l'arrivo di un giovanissimo designer, Karl Lagerfeld, che inizia subito la sua rivoluzione tagliuzzando, tingendo, rasando e piegando le pellicce che diventano così leggerissime. Le chiama Fun Fur (da cui il nuovo logo con la doppia F) e hanno un successo strepitoso tanto che nel '68 sbarcano in America da Bloomingdale's che le mette in vetrina sulla 5th Avenue. L'anno dopo, nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, a Firenze, sfila la prima collezione di pellicce prêt-à-porter: e siccome si torna sempre sul luogo del primo amore, o del delitto vedete voi, Palazzo Pitti a Firenze è anche la location della grande mostra Karl Lagerfeld - Visions of fashion, aperta fino al 23 ottobre 2016. 

La mostra di Karl Lagerfeld Visions of Fashion a Palazzo Pitti
Proj3ct Studio

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ma torniamo alla fine dei '60: Fendi va al cinema e inizia la collaborazione con registi come Luchino Visconti, Federico Fellini, Franco Zeffirelli, Mauro Bolognini e aumenta la sua fama con clienti meravigliose: Silvana Mangano, Diana Ross, Sophia Loren, Jacqueline Kennedy Onassis, Soraya, Liza Minnelli, Monica Vitti... Altre tappe: '82 il motivo Pequin, la texture a righe nere e tabacco; '83 il profumo; '87 la casa; '88 tutte le 26 vetrine di Harrods sono per Fendi; '90 l'uomo; '92 Silvia Venturini Fendi fa il suo ingresso nell'azienda; '97 nasce la borsa Baguette; 2007 si sfila sulla Muraglia cinese; 2015 Fendi sponsorizza il restauro della Fontana di Trevi e il Palazzo della Civiltà Italiana (detto il Colosseo quadrato) diventa l'head quarter della maison; 2016 Fendi Private Suites, un piccolo hotel lussuosissimo. Il futuro? Chissà.

L'attrice Monica Vitti in una pelliccia Fendi nel '69

Sfoglia la gallery con i 90 modelli più belli di Baguette, le borse simbolo di Fendi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Abbigliamento