Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Burnout, 16 vip che hanno superato lo stress da lavoro

Quando la stanchezza e l'ansia superano il livello di guardia il rischio di esaurirsi è concreto! Da Rihanna a Brad Pitt, ecco come le star dicono di avere gestito l'eccesso di stress

L'ennesima serata passata in ufficio, la sensazione di essere sempre stanchi, l'ansia che cresce: nessuno è immune! 16 personaggi dello showbiz raccontano come hanno reagito allo stress e fissato i propri limiti

1 di 16
Rihanna

Nel 2011 Rihanna fu ricoverata dopo aver terminato l'album Talk That Talk. «Una mattina mi sono svegliata e ho iniziato a piangere molto forte», ricorda Rihanna in un'intervista. «Alla fine ho raggiunto il mio letto e mi sono detta: "Potrò finalmente dormire stanotte", perché ero stata in piedi tutta la notte e avevo terminato di lavorare alle 17. Mi sono buttata a letto e dopo un paio d'ore il telefono ha iniziato a squillare. Ero così frustrata che ho continuato a ignorare il telefono». Poi ha continuato: «Ogni volta sarei voluta uscire, ma desistevo. Mi sembra solo un altro peso sulle mie spalle, perché sapevo tutto quello che dovevo fare. Ero talmente arrabbiata da ammalarmi: sembravo una pazza».

Alla fine si è lasciata andare: «Ho iniziato a piangere. Per 10 minuti ho pianto veramente tanto sul mio cuscino. Non sono una facile alle lacrime e se piango è perché sono veramente arrabbiata e non riesco a fare altro, come se fosse in un vicolo cieco. Ma quella volta volevo reagire: avrei voluto prendere a pugni qualcuno».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 di 16
Beyoncé

Anche Beyoncé ha dovuto affrontare il burn out, annullando un concerto ad Anversa, in Belgio, nel 2013, per «disidratazione ed affaticamento», motivazioni che hanno portato a nascere voci sul fatto che fosse incinta. «Ai miei amati fan di Anversa, non ho mai annullato un concerto in vita mia», scrisse. «È stata veramente dura per me. Prometto che tornerò molto presto. Mi spiace se vi ho deluso».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 di 16
Angelina Jolie

La supermamma Angelina Jolie fa del suo meglio per conciliare la propria carriera di attrice e la sua grande famiglia: «Quando sento che sto spingendo troppo, faccio di meno se posso. Sono nella posizione fortunata di non dover prendere un lavoro dietro l'altro e posso prendermi del tempo quando la mia famiglia ha bisogno», disse nel 2014.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 di 16
Brad Pitt

L'altra metà dei Brangelina ha ammesso un burn out. Alla fine degli anni Novanta, Brad Pitt ha rivelato: «Mi nascondevo da tutte le cose proprie dell'essere famoso. Fumavo tanto e me ne stavo accovacciato sul divano. Mi sono irritato con me stesso e mi sono detto: "Qual è il problema? Io sono meglio di questo!"».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 di 16
Selena Gomez

Selena Gomez conosce abbastanza se stessa per sapere quando ha bisogno di fermarsi. Nel 2014 dopo il suo ricovero in rehab per esaurimento ha detto: «I miei fan sono importati per me e non vorrei mai deluderli, ma mi è chiaro che dopo tanti anni di lavoro ho bisogno di trovare del tempo per me. Devo trovare un po' di tempo per diventare la persona migliore che posso essere».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 di 16
Justin Bieber

Justin Bieber ha reagito in maniera molto emotiva al documentario Amy del 2015, diretto da Asif Kapadia. «Sei nella tua camera d'albergo, ci sono fan dappertutto, i paparazzi ti seguono ovunque e tutto diventa insopportabile». Poi ha commentato: «Quando non si può andare da nessuna parte o fare qualcosa da soli si finisce con l'essere depresso. Non lo auguro a nessuno».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
7 di 16
Mariah Carey

«Quello che mi piacerebbe è solo prendermi un po' una pausa, o almeno dormire una notte senza che qualcuno cerchi di riprendermi con un video», ha detto Mariah Carey nel 2001. «Tutto quello che vorrei è essere al primo posto per me. Non chiedo molto, ma, indovinate un po'?, non mi prendo cura di me stessa».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
8 di 16
Shia LaBeouf

Shia LaBeouf, che è solito sfogarsi in pubblico, ha parlato con Ellen DeGeneres della sua famosa bravata (si presentò sul red carpet della Berlinale con un sacchetto in testa e la scritta «Non sono più famoso»): «Ho attraversato una sorta di crisi esistenziale. Ho commesso alcuni errori. Errori di giudizio». Poi ha aggiunto: «C'è molta negatività online e così ho pensato: "Bene, affrontiamo questa negatività. E vediamo che succede". Ero lì, rotto. Ero realmente dispiaciuto».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
9 di 16
Hilary Duff

Hilary Duff ha affrontato un born out dopo la serie Lizzie McGuire e ne ha parlato nel 2004 con MTV: «È quel tipo di stanchezza che una notte di sonno non risolve. Sarei voluta andare via per il mio compleanno, ma non ci riuscii».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
10 di 16
Kirsten Dunst

«Come attrice, si suppone che tu sia sensibile e attenta. Ma poi si chiede anche di essere super socievoli e sempre allegra per piacere a tutti», ha detto Kirsten Dunst all'Ellen Show nel 2011 parlando delle pressione di Hollywood: «Si tratta di una strana dicotomia: si chiede troppo a una persona e non è una cosa normale».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
11 di 16
Miley Cyrus

Non sono un segreto per nessuno i problemi di Miley Cyrus dopo la sua separazione da Liam Hemsworth. Disse nel 2014: «Quando ero con Liam o quando lavoravo alla Disney la cosa che mi metteva più ansia era non sapere cosa fare con me stessa nel momento in cui la Disney non mi avrebbe più voluta o non avrei avuto più lui».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
12 di 16
Lady Gaga

Lady Gaga negli ultimi anni ha parlato della violenza sessuale subita e dei suoi problemi di salute mentale. Guardando al mezzo flop dell'album Artpop, Lady Gaga ha detto nel 2015: «Perché lasci che le persone ti gettino a terra? Quand'è che sei diventata un semplice manichino? Essere un'artista non è sufficiente? E non consideri il talento?».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
13 di 16
Blake Lively

L'ex star di Gossip Girl ha ammesso di aver avuto bisogno di staccare dopo aver terminato la serie nel 2012: «Mi sentivo esausta, sia fisicamente che dal punto di vista creativo», ha detto Blake Lively nel 2014 prima di tornare sul set per Adaline - L'eterna giovinezza. «Ho veramente voluto del tempo per me e per concentrarmi sulle cose che amo, così che quando avrei ripreso a lavorare sarei stata nel pieno delle forze».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
14 di 16
Lily Allen

«Sono stanca e non credo di aver dato il meglio di me stessa recentemente», ha confessato Lily Allen nel 2007. «Ero sempre ubriaca perché ero preoccupata di fare brutti spettacoli e non volevo che la gente spendesse soldi per andare a vedere uno show mediocre».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
15 di 16
Avril Lavigne

Avril Lavigne, la regina del punk dei primi anni 2000, ha combattuto contro la malattia di Lyme nel 2014 e ha ammesso di essersi esaurita durante le estenuanti cure: «Mi trovato a Los Angeles ed era letteralmente il periodo peggiore della mia vita. Vedevo ogni tipo di specialisti, i migliori medici… Era tutto così deprimente».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
16 di 16
Demi Lovato

Demi Lovato ha parlato apertamente della proprie lotta contro i disturbi alimentari e bipolari. Nel 2015 ha approfondito il significato della parola "resa": «Mi sento come se questo fosse il miglior modo di parlarne. Credo che quando si tocca il fondo e si cerca di uscirne, l'unico modo per farlo è arrendersi e chiedere aiuto».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Storie