Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Queste sono le città dove i giovani 30enni italiani stanno (fieramente) comprando casa

Comprare casa vs affitto: il dubbio amletico della generazione Y

Orlova Maria / Unsplash.com

Sharing. La parola chiave che più rappresenta i millennials e il loro modus vivendi, o meglio social operandi. I nativi digitali, quelli che dall'uso smodato ma abile dei social spesso riescono a ricavarne un vero lavoro, che non hanno bisogno di cercare feed su google, che sono cresciuti a selfie e youtube, che forse non avranno un futuro certo, che forse non avranno un lavoro a tempo indeterminato, ma presto, molto prima di quanto si pensi, domineranno il mondo. I millennials che all'acquisto di una macchina preferiscono il car sharing, e che fino a poco tempo fa alla parola mutuo si giravano dall'altra parte (e si scattavano un autoscatto di protesta). Ma ora le carte in tavola sembrano essere cambiate. Sarà l'esempio dato dai Ferragnez, ma i millennials non vogliono essere più bamboccioni e sono sempre più inclini all'acquisto di una casa. Non una casa qualsiasi, ma una casa millennials, ovvero che sia funzionale e di design, possibilmente con zona living con cucina a vista perché i giovanissimi sono Foodies, (amano cucinare e condividere i risultati su Instagram), anche senza box (non è una priorità perché si spostano in bicicletta, tram o Enjoy). E se in Italia la meta preferita è Milano, nell’immaginario collettivo sinonimo di vitalità, energia e propensione alla crescita, negli Stati Uniti non sono le grandi città, quelle dei film, quelle del nostro American Dream ad essere il locus amoenus della generazione Y. Niente New York, Los Angeles e Miami, per capirci.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Jessica Castro/Unsplash


Secondo uno studio di LendingTree riportato da heragenda.com, il mercato immobiliare americano capitanato dai millennials starebbe ultimamente crescendo: un terzo delle richieste di mutuo alle banche (nel periodo dal 1 febbrao 2017 al 1 febbraio 2018) proverrebbe proprio dai ragazzi sotto i 35 anni, con un prestito richiesto medio di 167mila dollari. Ma dove hanno deciso i Millenials born in the USA di mettere radici? Sul podio Des Moines capitale dello Stato dell'Iowa, seguita da Pittsburgh in Pennsylvania e Buffalo, dopo New York la città più popolosa dello Stato. La Florida si difende benissimo con tre città Millennials lovers, ovvero Sarasota, Fort Myers e Palm Bay. Ottenere un mutuo non è semplice, riuscire a racimolare qualcosa per l'acconto un'esperienza titanica, essere sicuri di poter onorare il prestito per più di 20 anni quasi paranormale, eppure ci provano: non dite più che i millennials sono choosy.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Storie