Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

La città dove vive la gente più gentile del mondo è quella dove tutti dovremmo voler andare a vivere?

Il modello di DeRidder dovrebbe essere insegnato a scuola e messo nella lista dei desideri dell'ultimo dell'anno

Migliori città degli Stati Uniti: in Louisiana la più gentile
Andrea Tummons / Unsplash.com

«Siate gentili perché tutti combattiamo una battaglia dura e se vuoi vedere davvero come sono fatte le persone non devi fare altro che guardare!». Non è una citazione di Madre Teresa di Calcutta anche se potrebbe benissimo, a parlare è Auggie Pullman il protagonista di Wonder il film (e il libro) più strappalacrime del 2018. La gentilezza è il nuovo tempo: il lusso più imprescindibile che tutti dovremmo concederci. Battaglie o meno, casini o meno. La gentilezza is the new black e fateci caso alle quote sotto le foto postate su Instagram #kindness batte #love, o almeno dovrebbe. Così partono i fioretti, che non vuol dire che si debba fare attraversare le vecchiette nel raggio di un km, ma basterebbe fare un sorriso a chi ti lascia il passo o evitare di suonare al tizio davanti a te al semaforo che è vero che è lunedì mattina, ma dove devi andare d-o-v-e. La gentilezza is the new black tanto che Reader's Digest ha stilato la classifica dei posti più belli d'America e alla fine è venuto fuori che al primo posto no, non c'è New York e i suoi grattacieli, no non c'è Los Angeles e i suoi viali infiniti, no non c'è Miami e le sue spiagge da film ma c'è DeRidder, un'anonima città della Louisiana che si dà il caso essere una tra le migliori città degli Stati Uniti nonché la città più gentile del mondo. Comprare un biglietto di sola andata s-u-b-i-t-o.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Robert Baker / Unsplash.com

Città militare, a poche miglia dal centro c'è la base militare di Fort Polk, gli abitanti di DeRidder sono gentili, altruisti, aperti e accoglienti. Sono abituati quasi geneticamente, l'ambiente in cui si vive influisce in maniera considerevole sul comportamento e sulle abitudini, ad aiutare chi arriva per partire verso il fronte e chi dal fronte ci torna, chi è in difficoltà, chi si sente solo o perso. È a DeRidder dove hanno trovato riparo gli sfollati dell'uragano Katrina ed è qui dove la comunità non conosce egoismo e pure l'orto lo fa comunitario. Le organizzazioni senza scopo di lucro si sprecano, i residenti fanno a turni alla mensa dei poveri dove regolarmente presta servizio un veterano di 97 anni, le porte delle case sono sempre aperte ad accogliere chi ha bisogno e quello che è in più viene diviso. E il risultato è che sono tutti un pochino più felici. «Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso» disse una volta un saggio e il modello di DeRidder dovrebbe essere insegnato a scuola e messo nella lista dei desideri dell'ultimo dell'anno. Sii gentile sempre. Non si sa mai.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Storie