Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Olimpiadi di Rio 2016: gli atleti italiani da seguire

Delle 2.488 medaglie in palio alle Olimpiadi di Rio, 25 dovrebbero aggiudicarsele i nostri atleti, ma poiché l'importante è partecipare, ecco secondo noi le discipline da tenere d'occhio

Ci sono 2.488 motivi per appassionarci alle Olimpiadi 2016,tanti quante le medaglie che finiranno al collo di chi conquisterà un podio. La spedizione degli atleti italiani, secondo i più ottimisti, dovrebbe tornare in patria con poco più di 12 chili di gloria, ovvero 25 medaglie. Perché, come diceva Pierre de Coubertin, il bello non è vincere, ma partecipare, e a tutto va dato il giusto peso. La vera impresa olimpica sarebbe seguire tutte le 5.000 ore di trasmissione somministrate tra radio, tv e web. Così, abbiamo fatto delle scelte. Ecco le discipline imperdibili.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Beach volley

È lo sport re di Copacabana, seguirlo è quasi d'obbligo. Tanto più che abbiamo due coppie, Daniele Lupo-Paolo Nicolai, freschi campioni d'Europa, e Alex Ranghieri-Adrian Carambula, subito contro i padroni di casa Alison Cerutti-Bruno O. Schmidt, che potrebbero darci qualche sorpresa.

Paolo Nicolai, 28 anni, e Daniele Lupo, 24 anni, campioni d'Europa di beach volley.

Tennis

Nell'antichità, durante i Giochi olimpici era sospesa ogni guerra. Sara Errani e Roberta Vinci, la coppia più vincente del tennis azzurro, per Rio hanno fatto pace e saranno di nuovo insieme. Un segno?

Salto in alto

Un altro volo è possibile: Gianmarco Tamberi in arte Gimbo o Half-shave per la barba fatta a metà, con il suo 2, 38 ha già toccato il cielo con un dito. E l'oro di domenica agli Europei di Amsterdam conferma l'abitudine.

Gianmarco Tamberi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Nuoto

Vogliamo non sostenere una leggenda? Federica Pellegrini, la nostra portabandiera, ci riprova: nei 200 stile libero, nella staffetta 4×200 e forse nei 100 sl, che nel suo caso sta «senza limiti».

Tiro a volo

Siamo l'unica nazione che si presenta con nove atleti: almeno una medaglia la vorrai agguantare!

Jessica Rossi, 23 anni, oro olimpico nel tiro a volo, a Londra nel 2012.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Carabina

Petra Zublasing, ovvero la nostra ragazza (classe 1989) con la "pistola". Una delle più forti al mondo dai 10 metri. Sorriso e mira infallibili.

100 metri

Con quella faccia da liceale, il diciottenne Filippo Tortu è il figlio o il nipote per cui tutti vorremmo tifare. E comunque vada, la sua corsa non finirà qui.

Tuffi

E poi arriva il momento dell'addio. Per Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, in sincro dai tre metri, queste saranno le ultime Olimpiadi. Essere con loro al Maria Lenk Aquatics Center è quasi un dovere. Come la standing ovation.

Tania Cagnotto.

La gara più ecologica

Quella contro gli sprechi a Rio gli italiani l'hanno già vinta. Con il progetto Refetto-Rio, lo chef stellato Massimo Bottura e David Hertz, chef e fondatore dell'organizzazione non profit Gastromotiva, durante i Giochi serviranno 19.000 pasti ai bisognosi, recuperando 12 tonnellate di cibo in surplus del villaggio olimpico

Pubblicità - Continua a leggere di seguito