Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Virginia Raggi e Chiara Appendino, le cose da sapere sulle nuove sindache

Virginia Raggi, come da pronostici, è il nuovo sindaco di Roma, mentre a sorpresa a Torino Chiara Appendino, anche lei del M5S, ha avuto la meglio al ballottaggio su Piero Fassino; ecco chi sono le due nuove prime cittadine italiane

Getty Images

Virginia Raggi, 37 anni, grillina,è la prima donna a diventare sindaco di Roma mentre la sua compagna di partito Chiara Appendino, a soli 32 anni, è la nuova prima cittadina di Torino. Ecco che cosa c'è da sapere sulle due nuove sindache d'Italia fresche di vittoria ai ballottaggi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Chi è Virginia Raggi
Getty Images

Virginia Raggi è la prima sindaca donna di Roma, nonché la più giovane nella storia della Capitale. Avvocato civilista, si è laureata in Giurisprudenza a Roma Tre. Nata nel quartiere di San Giovanni a Roma, si è poi spostata nella borgata Ottavia a nord della città dove oggi abita con il figlio Matteo di 7 anni e vicino, ma non insieme, al marito Andrea Severini (qui la lettera che le ha scritto subito dopo i risultati), regista radiofonico e attivista grillino. Nel 2011 è entrata nel M5S e due anni dopo è diventata consigliere comunale a Roma. La stampa estera le ha dedicato ampie ed entusiaste pagine definendola "la candidata anti-establishment".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Chi è Chiara Appendino
Getty Images

Definita da La Repubblica come «una grillina anomala, pacata nei toni e attenta a non fare false promesse elettorali» la 32enne dall'aria molto sabauda è una laureata in Economia internazionale e management. Famosa per la sua padronanza delle lingue (parla inglese, francese, tedesco e un po' di spagnolo) è una tifosa accanita della Juventus. Nel 2011 è entrata nel M5S e poi in consiglio comunale. Durante la campagna elettorale era in attesa della sua prima figlia, che oggi ha 5 mesi e si chiama Sara. Per cinque anni ha condotto un'opposizione durissima all'amministrazione Fassino, tanto che il sindaco Pd l'ha definita la "Giovanna d'Arco della pubblica moralità".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Le passioni di Virginia
Getty Images

Look minimale e semplice ma non austero, Virginia Raggi ama i mini orecchini, braccialetti colorati, trucco leggero, i vestiti neri, i top bianchi e le giacche blu. Molto attenta al tema dell'ambiente, racconta di amare tanto la montagna quanto le immersioni subacquee. Si sposta, quando possibile, in bici, e le piacciono le arti: la musica, il cinema, il teatro e la letteratura. Il libro preferito è Il piccolo principe.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 Le passioni di Chiara
Getty Images

No Tav convinta, sia per motivi ambientalisti che economici, Chiara Appendino su questo ha detto : «Conti alla mano, i costi sono nettamente superiori ai benefici. Le ingenti risorse necessarie per la realizzazione dovrebbero essere utilizzate per tante piccole opere utili alla collettività». Famosa per la sua padronanza delle lingue (parla benissimo inglese, francese e tedesco e mastica un po' di spagnolo), la neo sindaco di Torino è un'accanita tifosa della Juventus.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 Il programma di Virginia
Getty Images

I punti principili che hanno convinto i cittadini romani sono: incentivo della mobilità alternativa e potenziamento della differenziata, task force sugli appalti e semplificazione amministrativa attraverso la digitalizzazione e le nuove tecnologie, riorganizzazione della polizia municipale e superamento dei campi rom, investimenti nelle politiche sociali e nell'edilizia scolastica.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 Il programma di Chiara
Getty Images

Tra le iniziative che intende realizzare nell'immediato, Appendino ha già annunciato un fondo da 5 milioni di euro per il lavoro giovanile, da finanziare tagliando il 30% dei dirigenti e degli staffisti del Comune, e un altro fondo per rimborsare gli over 65 vittime di furti o scippi. Sulla questione dei rom è in linea con la collega Raggi: ha parlato, infatti, della chiusura dei campi con in parallelo, però, un lavoro di reinserimento scolastico per i bambini e da percorsi socio-lavorativi per gli adulti. Ha anche proposto il pagamento della sosta per i sinti itineranti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi