Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Olimpiadi, una promessa che vale per cinque

Studia al Giulio Cesare di Roma, e di pomeriggio si allena a fare James Bond. La giornata tipo di una pentatleta ambiziosa è senza respiro

Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.

A 17 anni, Elena Micheli vive tutti i giorni come fosse James Bond. Combatte con la spada, fugge a nuoto, scappa a cavallo, spara e corre. La differenza è che a sera James Bond si mescola un Martini e fa l'eroe; Elena, invece, torna a casa e studia le Baccanti di Euripide (che la mamma ha precedentemente stampato ed evidenziato nei passaggi essenziali). L'agenda da pentatleta è fitta: cinque sport (scherma, nuoto, equitazione e il combined di corsa e tiro a segno) per sei pomeriggi a settimana al rigoglioso Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti di Roma, più il maneggio.

I ragazzi del pentathlon si conoscono tutti, crescono insieme, a fine anno vanno a pranzo a Pomezia con le famiglie. Perché le mamme – e nel caso di Elena pure il papà, che «si scapicolla sempre» – sono pilastri: accompagnano, assistono, facilitano. E pagano, ché non è una specialità che si improvvisa. Elena ha cominciato a cinque anni col nuoto, poi si è aggiunta la corsa, progressivamente il resto. Adesso è nella S. S. Lazio, e ha l'età per gareggiare nelle categorie giovanili, ma è brava abbastanza da essere stata chiamata tra i senior: «In mezzo ai giganti: mi sono sentita piccola e fenomenale».

Ma davvero potresti andare alle Olimpiadi? «Per me l'Olimpiade è Tokyo 2020. Ma c'è stata l'occasione della Coppa del mondo, e mi hanno buttato dentro: vediamo come va. È andata bene, e ho fatto punti per il ranking olimpico. Rio rimane un pensiero inaudito: le due atlete davanti a me sono irraggiungibili. Però è bastata la parola a far cambiare atteggiamento ai professori. Ora mi vengono più incontro». Elena fa il Giulio Cesare, il liceo classico più famoso di Roma, e l'anno prossimo avrà la maturità. E poi? «Poi dipende da quello che succede. Le Olimpiadi, una laurea, magari l'arruolamento in un'arma… sarebbe un buon inizio, no?».

1 di 6
Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.
Stephanie Gengotti

Elena Micheli si allena al Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti di Roma.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 di 6
Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.
Stephanie Gengotti

Ha cominciato a cinque anni con un «normalissimo corso di nuoto», poi si è aggiunta la corsa, progressivamente il resto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 di 6
Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.
Stephanie Gengotti

Le discipline del pentahlon moderno sono: scherma, nuoto, equitazione e il combined di corsa e tiro a segno, con il taglio del traguardo finale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 di 6
Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.
Stephanie Gengotti

Gareggia per la S. S. Lazio, e ha una preparatrice mentale che le insegna a sostenere i ritmi di gara: «Bisogna essere capaci di aprire e chiudere: concentrare l'attenzione dove serve, quando serve, e poi passare oltre. È utile anche nello studio».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 di 6
Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.
Stephanie Gengotti

Ha 17 anni, l'età per gareggiare nelle categorie giovanili, ma è brava abbastanza da essere stata chiamata tra i senior.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 di 6
Elena Micheli si allena per realizzare un sogno: la medaglia olimpica nel pentahlon moderno.
Stephanie Gengotti

«In mezzo ai giganti: mi sono sentita piccola e fenomenale». Non sbaglia un colpo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito