Kasia Smutniak sul set del suo ultimo film Made in Italy ha provato un dolcissimo imbarazzo...

Kasia Smutniak timidona e altre cose che ancora non sapete su Made in Italy, il nuovo film di Ligabue, nelle sale dal 25 gennaio 2018

image
Gettyimages.com

Il Liga è tornato: dopo 16 anni di assenza dal grande schermo, Luciano Ligabue ha ripreso la macchina da presa per girare Made in Italy. Un film che stende l'elogio della provincia italiana, delle persone di buona volontà e, più in generale, della vita stessa. A interpretare i protagonisti ci sono due pesi massimi del cinema italiano: Stefano Accorsi (reduce dalla vittoria dei David di Donatello per Veloce come il vento) e Kasia Smutniak. Il primo interpreta Riko, un operaio di Correggio; la seconda sua moglie, ossia la volitiva parrucchiera Sara. Ci sono però tre chicche, su Made in Italy, che la storia del film non vi dice... ve le sveliamo noi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il lutto di Ligabue
@ChicoDeLuigi

Se Ligabue è stato, così a lungo, lontano dal piccolo schermo non è solo perché Da zero a dieci non è riuscito a replicare il successo di Radiofreccia. E nemmeno perché non riusciva a trovare una storia all'altezza (suvvia, stiamo pur sempre parlando del cantastorie più amato d'Italia). A frenare Ligabue è stato un lutto personale: "Durante le riprese di Da zero a dieci abbiamo saputo della malattia di mio padre e durante la post - produzione lui ci ha lasciato", spiega il Liga. "Credo di avere sempre, non so quanto consciamente, associato le due esperienze e questo è sicuramente il motivo principale per cui mi sono tenuto a lungo lontano dal fare film"

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
L'adorabile timidezza di Kasia Smutniak
@ChicoDeLuigi

Quando le chiedono di Domenico Procacci, suo marito e produttore del film, lei guarda immediatamente a terra. Come se cercasse di ancorarsi a qualcosa, mentre il suo cuore è impegnato a ruzzolarle nella pancia. Perchè Kasia Smutniak è così: guarda il suo uomo con lo stesso trasporto dei primi mesi di  fidanzamento. "Io e Procacci non lavoriamo mai insieme perché lui mi mette soggezione", ammette l'attrice, "tant'è vero che su questo film gli ho vietato di venire sul set. Lui quindi si nascondeva dietro alle telecamere..." 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
C'è lo zampino di Luca Tommasini
Foto di jarnoiotti©ZooAperto

Se c'è una scena, del film Made in Italy, che adorerete fin dalla prima inquadratura è quella iniziale, dove uno Stefano Accorsi in versione rocker balla sulle note del Liga. Dietro a questa scatenata coreografia c'è lo zampino di Luca Tommasini: il coreografo di X factor, ora giudice di Dance dance dance e corteggiatissimo da Maria De Filippi. "Nella coreografia ho messo tutti i passi di danza presenti nella storia del cinema: da Tony Manero in poi". Il risultato? Esilarante. Maria, non fartelo sfuggire per Amici...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi