Chi è Imma Battaglia, in visita a L'Isola dei famosi per sostenere Eva Grimaldi

Nota attivista per i diritti Lbgt, è andata sull'Isola per sostenere la naufraga a cui la lega da tempo un rapporto di amicizia: scopri di più su di lei

Imma Battaglia ed Eva Grimaldi
Getty Images

Sull'Isola dei famosi è arrivata Imma Battaglia, accolta dal leader della settimana Raz Degan. Imma è andata a Cayos Cochinos per sostenere uno dei naufraghi, cioè la sua amica Eva Grimaldi. Le due donne sono molto amiche e in passato c'è stato anche chi ha ventilato una relazione tra loro.

Ma chi è Imma Battaglia? Tra le più note attiviste del movimento Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali) italiano, si è sempre impegnata in prima persona per l'uguaglianza dei diritti civili nel nostro Paese. Conosciamola meglio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
L'attivismo lgbt
Getty Images

Laureata in Matematica e sales manager presso l'azienda di servizi ICT Meware, dal 1995 al 2000 è stata presidente del  Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli per poi fondare l'associazione Di' Gay Project, di cui è stata presidente fino al febbraio 2014. Dal 2013 al 2016 è stata consigliere comunale a Roma con Sinistra ecologia e libertà. Tra l'altro è ideatrice e organizzatrice del Gay Village, uno dei pilastri dell'estate romana.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il primo gay pride in Italia e il World Gay Pride
Getty Images

Nel 1994 organizzò, insieme a Vladimir Luxuria, il primo Gay Pride ufficiale in Italia, che si tenne a Roma. Nel 2000, poi, fu la mattatrice del World Gay Pride che si tenne a Roma, evento che destò molteplici critiche da parte della chiesa cattolica e del mondo politico italiano. Nonostante tutto, l'evento fu un successo a livello mondiale e celebre è rimasto il suo annuncio dal palco: «Siamo 1 milione!»

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Imma Battaglia e l'amore
Getty Images

Parlando con Gioia! Imma Battaglia ha detto di sé: «Non appartengo allo stereotipo di omosessuale che in ogni istante rivendica le proprie inclinazioni. Vivo l'omosessualità come una delle tante scelte della vita, mai definitiva». E ancora: «Col tempo ho capito che le donne che più mi affascinano sono le eterosessuali, perché hanno da raccontare storie diverse dalla mia. Una donna etero che scopre di provare attrazione per un'altra donna è la cosa più intrigante che ci sia. Mi piace capire insieme a loro che cosa sono io. La vita è bella quando hai curiosità per persone diverse da te: questo è quello che rincorro».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi