Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Alle Olimpiadi di Rio partiva tra i favoriti, perché nei 1500 metri stile libero Gregorio Paltrinieri aveva già in tasca tutte le medaglie in palio negli ultimi anni (per la cronaca: l'oro mondiale in vasca corta nel 2014 e in vasca lunga nel 2015, l'oro europeo in vasca corta nel 2016 e in vasca lunga nel 2016). 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

E infatti non ha deluso le aspettative, dominando la gara e salendo sul podio insieme all'amico Gabriele Detti, medaglia di bronzo. Una vittoria che ha acceso ulteriormente i riflettori sul nuovo campione del nuoto italiano: ecco allora qualche news e curiosità sulla sua storia, in attesa dei suoi prossimi trionfi.

Papà Paltrinieri gestiva una piscina, e pare che abbia iscritto il piccolo Gregorio ai primi corsi di acquaticità ad appena 4 mesi. Una volta scoperte le sue grandi abilità natatorie, ha iniziato specializzandosi nella rana, stile che ha mantenuto fino ai 12 anni. Poi è passato allo stile libero e, a soli 16 anni, ha vinto la gara dei 1500 metri al prestigioso trofeo Settecolli.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

L'anno dopo, Greg si è trasferito a Ostia per essere allenato da Stefano Morini (che è tutt'ora il suo tecnico), zio e già allenatore di Detti. Non pago degli allenamenti in acqua e in palestra, poi,  ha preso lezioni di ballo con lo scopo di migliorare la coordinazione tra gambe e braccia. 

La famiglia Paltrinieri è di Carpi, e la loro casa è stata danneggiata e resa inagibile dal terremoto che ha colpito l'Emilia nel 2012. Durante il sisma, Gabriele si trovava in Ungheria per gareggiare agli Europei di Debrecen.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito