Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

La Nazionale italiana di scherma ha chiuso la sua Olimpiade con quattro medaglie, grazie all'argento vinto nel torneo di spada maschile a squadre. Un bottino inferiore rispetto a quelli conquistati in altre occasioni, ma d'altra parte "La scherma vi ha sempre abituati fin troppo bene" come dice lo spadista Marco Fichera intervistato da Maurizia Cacciatori, che lo ha incontrato (insieme a Teresa, la sua ragazza) per farsi raccontare le sue emozioni olimpiche.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Marco Fichera è il più giovane nella squadra degli spadisti, e a lui è toccato il compito di scendere in pedana per l'ultima frazione di gara, quella decisiva. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito