Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Alle Olimpiadi 2016 l'Italia si sta scoprendo una potenza del tiro al volo (per i profani: tiro al piattello) e il tifo... vola! Ne sono un esempio tutti i messaggi arrivati sui social per la medaglia d'oro di Gabriele Rossetti nello skeet.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La nostra inviata Maurizia Cacciatori è andata a incontrarlo per farsi raccontare le sue emozioni olimpiche, ma anche per portargli qualcuno di quei messaggi.

Rossetti è un figlio d'arte che sta superando il maestro: suo padre Bruno fu bronzo nella stessa specialità ai Giochi di Barcellona 1992. 

Il suo oro, poi, si somma alle vittorie di Marco Innocenti, Diana Bacosi e Chiara Cainero, e porta il nostro Paese in cima al medagliere di questa disciplina.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito