Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

L'ultima estate della principessa Diana

Avrebbe compiuto 56 anni il 1 luglio 2017: tra l'amore con Dodi Al-Fayed e l'impegno umanitario, il diario degli ultimi giorni della sua vita

Getty Images

La principessa Diana, dopo il divorzio dal principe Carlo, ha intraprese un nuovo capitolo della sua vita. Continuò a lavorare instancabilmente a sostegno di organizzazioni di beneficenza in tutto il mondo, usando la sua notorietà per sensibilizzare le persone sulle questioni umanitarie. Ma proprio quando la principessa aveva iniziato a ritrovarsi, è diventata oggetto della smodata attenzione dei paparazzi. Un'attenzione che ha raggiunto toni altissimi nell'estate del 1997, l'ultima di Lady Diana.

Dal suo impegno nel sociale alla fuga nel Mediterraneo con Dodi Al-Fayed: ecco come la principessa Diana ha trascorso le sue ultime settimane di vita.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
22 maggio 1997
Getty Images

A maggio, Diana visitò Lahore per aiutare a raccogliere fondi per una clinica specializzata nella lotta al cancro, fondata dal suo amico – nonché star del cricket pakistano – Imran Khan. In quei giorni si susseguivano voci insistenti di una sua relazione con il cardio chirurgo Hasnat Khan. Tre anni dopo la morte di Lady D, Imran ha raccontato delle conversazioni private avute con lei proprio durante la visita a Lahore e si è detto certo dei sentimenti che provava per il medico. «Era una storia che andava avanti da due anni – ha detto Imran nel corso del documentario tv Diana: her last love – e lei voleva sposarlo».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 giugno 1997
Getty Images

Diana era appassionata di danza e dopo il suo divorzio l'English National Ballet fu l'unico ente caritativo non umanitario a cui decise di dedicarsi. Il suo supporto e la sua presenza ai gala per la raccolta fondi hanno contribuito a far giungere diverse sterline nelle casse dell'azienda e nel giugno del 1997 la principessa ha incontrato il cast de Il lago dei cigni presso la Royal Albert Hall di Londra. Indossava un abito turchese di Jacques Azagury, che è poi diventato uno dei suoi look più celebri.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
18 giugno 1997
Getty Images

Per quello che sarebbe poi stato il loro ultimo incontro, Diana e Madre Teresa di Calcutta hanno camminato mano nella mano nel Bronx, a New York. Le condizioni di salute di Madre Teresa erano molto gravi e, nel corso del loro incontro durato una quarantina di minuti, la Madre ha benedetto la Principessa. Poi Lady D si è recata alla Casa Bianca per incontrare Hillary Clinton.

Il 5 settembre dello stesso anno, Madre Teresa morirà a Kolkata, in India. Aveva 87 anni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
22 giugno 1997
Getty Images

Diana tornò di nuovo a New York nello stesso mese di giugno, per partecipare a un gala in cui Christie's batteva alcuni dei suoi più iconici abiti. Il New York Times riferì che la vendita di 79 abiti da sera e da cocktail appartenuti alla Principessa portarono 3,25 milioni di dollari nella casse degli enti caritativi da lei supportati. Tra gli altri, venne battuto l'abito di velluto blu disegnato da Victor Edelstein che Diana indossava alla Casa Bianca quando ballò con John Travolta. Venne venduto per 222.500 dollari.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
30 giugno 1997

Sul finire di giugno di quell'anno, Diana apparve sulla copertina di Vanity Fair. Il servizio interno si concentrava su come lei stesse affrontando il divorzio e su come intendesse ricostruire la propria vita dopo il principe Carlo. Le foto di Mario Testino sono diventate gli ultimi ritratti ufficiali della Principessa. «Fotografare Diana, Principessa del Galles, per Vanity Fair nel 1997, è stata una delle giornate più memorabili della mia carriera» ebbe a dire in seguito Testino.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 luglio 1997
Getty Images

Nel giorno del suo 36esimo compleanno, la Principessa partecipò ai festeggiamenti per i 100 anni della Tate Gallery di Londra. In abito nero di Jacques Azagury, era l'ospite d'onore. Stando alla scrittrice Tina Brown, autrice di Lady Diana. Chronicles, fu un giorno speciale per la principessa. «Ricevette in dono 90 bouquet di fiori e Harry riunì i suoi compagni di classe per cantarle Happy Birthday per telefono».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
17 luglio 1997
Getty Images

A luglio Diana passò alcuni giorni di vacanza a St. Tropez, nel sud della Francia. Secondo The Daily Express, la principessa era con Dodi Al-Fayed, figlio del miliardario egiziano Mohamed Al-Fayed, nella villa di famiglia, con i suoi figli William e Harry. Pare che in questa villa – nota come il Castello Santa Teresa – Diana e Dodi abbiano trascorso diverso tempo insieme.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
22 luglio 1997
Getty Images

Diana, insieme ad altre celebrità come Elton John e Naomi Campbell, si sono ritrovati a Milano per commemorare Gianni Versace, ucciso il 15 luglio di quell'anno. Lo stilista italiano era apprezzato dalla principessa, che spesso indossava i suoi abiti nelle sue apparizioni pubbliche.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
10 agosto 1997
Getty Images

Qui siamo a Sarajevo, capitale della Bosnia ed Erzegovina, dove era impegnata a richiamare l'attenzione sulle mine antiuomo. La visita durò 3 giorni. La Bbc descrisse il viaggio come «strettamente privato». Si recò nelle case dove vivevano le vittime delle mine, incontrò diversi gruppi locali di disabili e specialisti nella riabilitazione. Nel frattempo, i tabloid britannici speculavano sulla sua amicizia con Dodi Al-Fayed.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Agosto 1997
Getty Images

Sul finire di quel tragico agosto, Diana fece una crociera sul Mediterraneo a bordo dello yacht di Dodi Al-Fayed. Andarono dal sud della Francia alla Sardegna, prima di prendere un volo per Parigi, il 30 agosto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
30-31 agosto 1997
Getty Images

Dopo la vacanza in Sardegna, Diana e Dodi andarono insieme a Parigi. Quella sera cenarono all'Hotel Ritz, si allontanarono in limousine mentre erano inseguiti da diversi fotografi in motocicletta. Quella pazza fuga portò alla tragedia in un sottopassaggio della capitale francese. Alle prime ore di domenica 31 agosto, Diana, Dodi e il loro autista Henri Paul morirono nello schianto avvenuto sotto il tunnel del Pont de l'Alma.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 settembre 1997
Getty Images

Sei giorni dopo la sua morte, Diana venne tumulata nella tomba di famiglia ad Althorp, Inghilterra. Il suo funerale nell'Abbazia di Westminster venne seguito da circa 2,5 miliardi di persone in tutto il mondo mentre oltre un milione di persone si assieparono lungo le strade londinesi per porgere il loro ultimo saluto alla Principessa. Un tappeto di fiori, quale omaggio di persone di ogni ceto, si stendeva fuori da Kensington Palace.

Due decenni dopo nei pressi della casa di Diana è stato inaugurato un giardino commemorativo, là dove ora vivono i suoi figli, il principe Harry e il Duca di Cambridge, con sua moglie la Duchessa di Cambridge e i loro figli, il principe George e la principessa Charlotte Elizabeth Diana.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi