Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Jacques e Gabriella, i figli di Charlene di Monaco crescono e sono sempre più identici a lei

Tre anni appena compiuti e una tenderness a livelli altissimi

Jacques e Gabriella di Monaco
Getty Images

Se non fossero stati due royal baby li avremmo potuti tranquillamente ammirare su un cartellone pubblicitario. Jacques e Gabriella, i gemelli figli di Charlene e Alberto di Monaco sono principi di nome e di fatto. Più biondi che mai, occhi come il cielo incastonati in due visi simili ma non identici e ugualmente irresistibili. A dire il vero tutto ciò non ci stupisce molto. I gemellini di casa Grimaldi non potevano non essere so cute, in fondo il dna parla chiaro e non tradisce (quasi mai). Mamma Charlene Wittstock icona di moda internazionale, eleganza innata (quella che non ha nulla a che fare con il sangue blue) portamento regale, e papà Alberto, che il prossimo 14 marzo spegnerà 60 candeline, famoso per il suo fascino da tombeur de femme, senza parlare di nonna Grace Kelly.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

A fun morning at the Monégasque Market. #bugatti Pictures by HSH Princess Charlene

A post shared by HSH Princess Charlene (@hshprincesscharlene) on

I royal baby di casa Grimaldi crescono a vista d'occhio e non potrebbero farlo meglio. Nati nel dicembre 2014, da quel giorno sono indubbiamente sotto i riflettori, ma senza un'eccessiva ossessione da parte della stampa, che si accontenta degli scatti social postati da un'orgogliosissima mamma Charlene autrice, tra l'altro, della maggior parte delle istantanee pubblicate sul suo profilo Instagram. Un'infanzia all'aria aperta e a stretto contatto con i sudditi. Dal parrucchiere, all'acquario, in barca, sulla neve per le prime prove con gli sci, al circo con zia Stéphanie o agli eventi che contano, Jacques e Gabriella si vedono sempre più spesso (a differenza dei quasi coetanei George e Charlotte di Cambridge), perché «devono abituarsi alla presenza di tante persone, per non essere impreparati quando sarà il momento di assumersi delle responsabilità», come spiegato da un pragmatico papà Alberto. E se l'erede al trono Jacques, nato pochi secondi prima della sorella, somiglia tanto a nonno Ranieri (e come lui ha una passione per le due ruote e per gli elicotteri), Gabriella avrebbe già mostrato un caratterino niente male.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Inevitabile (?) il confronto a colpi di cardigan e cappottini bon ton, papillon e bretelline tra Jacques e Gabriella e i royal baby George e Charlotte. Paragoni che nascono da input puramente stilistici e sul quel piano restano, punto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi