Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 da ragazzo perbene sogna di diventare Eterno

Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 è il figlio che tutti vorremo anche se la carta Arisa fa di lui un bomber che piazza l'assist quando meno te lo aspetti

Giovanni Caccamo Sanremo 2018
Gettyimages.it

Giovanni Caccamo vince Sanremo 2018? Potrebbe. Giovanni Caccamo vince Sanremo 2018? In fondo lo ha già fatto. Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 canta Eterno e spiazza tutti, anche chi dopo aver sentito (in radio soprattutto) La vita in vacanza de Lo Stato Sociale non ha dubbi su chi dovrebbe e potrebbe vincere il Festival (e Ornella Vanoni, Noemi, Ron & co??). Giovanni Caccamo è uno degli artisti in gara al Festival di Sanremo 2018 ed è tornato all'Ariston per la terza volta. Sappiamo chi è Giovanni Caccamo, cosa ha cantato e con chi ha cantato ma forse solo in queste serate di Festival abbiamo capito cosa vuole dalla vita, dalla musica e dalle sue canzoni Giovanni Caccamo:essere eterno e, carissimi, ha le carte per diventarlo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

A Sanremo 2018 Giovanni Caccamo veste Tod's e se per le prime esibizioni ha scelto completi giacca e pantalone, uno total blu l'altro principe di galles, + t-shirt + sneakers (tra lui e Lo Stato Sociale, cari ragazzi sappiate che per essere cool questa è la nuova divisa dell'inverno 2018) per il duetto Giovanni Caccamo e Arisa e la gran finale tornerà nei ranghi del ragazzo a modino che va alle serate di gala con l'abito scuro, la camicia bianca e le stringate/mocassino nere. Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 è riconoscibile e rispetta il suo mondo. Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 è il figlio, il fratello, il fidanzato che tutti vorremo. Bello (Giovanni Caccamo è cantautore ma potrebbe fare tranquillamente il modello e la somiglianza con Alex Belli la dice tutta), pulito, capelli perfetti con ciuffo sempre in ordine e immancabile barba da hipster senza però essere snob. Giovanni Caccamo è uno che ti viene da volergli bene a prima vista perché ti sembra non potrebbe mai farti del male, è uno da cui non ti aspetti colpi di testa, ma di tacco sì. Perché giocandosi la carta Arisa come ospite per il duetto a Sanremo, bravissima quanto scheggia impazzita, Giovanni Caccamo diventa il bomber che piazza l'assist quando meno te lo aspetti. E allora capisci che è vero, profondo, anche un po' pesante, per quanto ha la testa sulle spalle, ma noioso no, noioso mai.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Giovanni Caccamo nasce a Modica, in Sicilia, l'8 dicembre del 1980 e della Sicilia ha tanto, i colori, il calore, l'aria barocca e al tempo stesso così profumata. Giovanni Caccamo, scartato alle selezioni di XFactor nel 2011 e dopo qualche esperienza televisiva e al fianco di Franco Battiato, debutta a Sanremo nel 2015 nella categoria vincendo con la canzone Ritornerò da te per poi tornare all'Ariston l'anno dopo, Sanremo 2016, tra i big, e salendo sul palco insieme a Deborah Iurato. Via da qui quell'anno arriva terza e per Giovanni Caccamo e Deborah Iuratoè una grande soddisfazione. Il giovane cantautore siciliano prende il volo e non ce ne sarà più per nessuno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

A 27 anni Giovanni Caccamo a Sanremo 2018 prova a raccontarci il suo concetto di Eterno. Coraggioso no? Ci sono canzoni che quando le sentiamo avvertiamo non essere cantate dalla persona giusta o quanto meno al momento giusto. Ci sono canzoni in cui il vissuto di chi canta è fondamentale per raccontare la vera storia della canzone e a poco serve, o quanto meno non è abbastanza, la capacità interpretativa del cantante. A 27 anni Giovanni Caccamo a Sanremo canta di Eterno, parla di eterno e ha scritto di eterno, di cui è l'autore insieme a Cheope, cioè Alfredo Rapetti, il figlio di Mogol. E alla fine coraggioso o meno, sarà l'universalità del concetto, sarà che sarà sì del 1990, ma in questi 27 anni è evidente che Giovanni Caccamo ha tenuto occhi sbarrati e cuore aperto, sarà che si è scelto un compagno d'avventura che è cresciuto a pane e parole, il risultato è credibile, vero e straziante. Eterno è un sogno, Eterno è l'amore, Eterno è quello che tutti vorremmo e che forse non esiste. A Sanremo e non.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Sanremo 2018