Susanna, Maria Sole, Marella, le straordinarie donne della famiglia Agnelli

Chi sono le donne che hanno fatto (a modo loro) la storia della famiglia più famosa d'Italia

Quella della famiglia Agnelli è una storia fortemente legata all'Italia: una sorta di dinastia che, grazie alla Fiat, ha avuto grande influenza sulle vicende politiche ed economiche di tutto il nostro Paese.

Una storia di cui spesso si ricordano solo i nomi maschili, ma che è fatta anche di donne straordinarie come, ad esempio, Aniceta Frisetti (1846-1920), filantropa, madre di Giovanni (1866-1945) che della Fiat fu cofondatore. La moglie di Giovanni, Clara Boselli (1869-1946) era la seconda figlia di Leopoldo Boselli (1829-1886), avvocato e patriota risorgimentale. Dal matrimonio tra Giovanni e Clara nacquero Aniceta Caterina (1889-1928) ed Edoardo (1892-1935) che morì a soli 43 anni per un incidente aereo nell'idroscalo di Genova. Edoardo aveva sposato nel 1919 Donna Virginia Bourbon del Monte, dei principi di San Faustino (1899-1945). Anche lei morì giovane, aveva appena 46 anni, in un incidente stradale. Dal loro matrimonio nacquero 7 figli: Clara, Gianni, Susanna, Maria Sole, Cristiana, Giorgio e Umberto (il cui nipote Andrea e, a oggi, l'unico a portare il cognome di Giovanni Agnelli).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Susanna Agnelli, la prima ministra degli Esteri del nostro Paese

Susanna Agnelli (1922-2009) è stata una donna impegnata in politica e letterata. Per quel che riguarda la politica, Susanna è stata per un decennio sindaco di Monte Argentario (Grosseto) a partire dal 1974. Poi venne eletta alla Camera dei deputati nel 1976 all'interno del Partito repubblicano, poi 3 anni dopo fu eletta all'Europarlamento e quindi al nostro Senato. Infine, nel 1995-96 venne nominata ministra degli Esteri, prima donna a ricoprire tale incarico in Italia.

Impegnata anche in altri ambiti (presidente del WWF italiano nel 1978-79 e di Telethon dal suo sbarco in Italia nel 1990 fino alla morte), Susanna Agnelli è stata una scrittrice molto apprezzata, tanto che il suo romanzo autobiografico Vestivamo alla marinara nel 1975 vinse il premio Bancarella.

Per quel che riguarda la sua vita privata, Susanna ha sposato Urbano Rattazzi (1918-2012) e dal loro matrimonio sono nati 6 figli: Ilaria, Samaritana, Cristiano, Delfina, Lupo e Priscilla.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Maria Sole Agnelli e la sua passione per i cavalli

Tre anni dopo Susanna, vide la luce Maria Sole, che ha studiato ad Harvard, negli USA, e poi si è impegnata in politica: sarà sindaco di Campello sul Clitunno, in provincia di Perugia, dal 1960 al 1970. Una curiosità: venne eletta con 850 voti su 1.200 aventi diritto e non fece mai nemmeno un comizio, come si usava allora. Del resto, suo marito, Ranieri, era stato sindaco di Campello fino al 1959, anno della morte, e l'elezione di Maria Sole è stata quasi un naturale proseguimento.

Maria Sole ha sempre apprezzato i cavalli e, oltre a dirigere una scuderia, alle Olimpiadi di Monaco del 1972 un suo purosangue, Wooland, vinse la medaglia d'argento.

Ha sposato il conte Ranieri Campello della Spina e dal loro matrimonio sono nati Virginia (1954), Argenta (1955), Cintia (1956) e Bernardino (1956). Dopo la morte di Ranieri, Maria Sole ha sposato il conte Pio Teodorani-Fabbri, cugino di Benito Mussolini, da cui avrà il figlio Edoardo (1965).

Marella, la vedova di Gianni

Non possiamo certo dimenticare qui Marella Caracciolo di Castagneto, vedova di Gianni Agnelli. Ma Marella non è solo la "vedova di" (e prima "moglie di"). Ricordiamo la sua carriera di designer di alta moda, come anche il suo mecenatismo che ha portato alla nascita della Pinacoteca del Lingotto nel 2002, qualche mese prima che Gianni morisse. La sua passione per l'arte affonda le radici nella propria storia: tra l'altro è stata ritratta da Andy Warhol, e fotografata da Clifford Coffin.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi