Isabella Rossellini nel nome del padre, della madre, e del suo spirito rivoluzionario

Cinema, passerelle tv, è perfetta sempre ma il suo ruolo in Velvet Blu è storia

image
Gettyimages.com

Isabella Rossellini è l'attrice italiana più internazionale del cinema e la modella internazionale più italiana delle passerelle. Il suo nudo in Blue Velvet (1986) è storia. Figlia di due leggende, Ingrid Bergman e Roberto Rossellini, Isabella nasce a Roma il 18 giugno del 1952 e ha due fratelli: la gemella Isotta Ingrid (diventata professoressa alla New York University) e Roberto Ingman, brillante uomo di finanza. Ha anche una sorellastra, Pia Lindstrom, nata dal precedente matrimonio della madre, e due fratellastri avuti dai due precedenti matrimoni del padre: Renzo Rossellini jr. e Gil Rossellini.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

A 14 anni Isabella Rossellini fu sottoposta a un delicato intervento chirurgico per la correzione della scoliosi, operazione che le imporrà l'uso del busto per un anno. Fin da bambini Isabella frequenta i set cinematografici, ma il suo interesse sono i costumi: si iscrive all'Accademia di costume e di moda di Roma e inizia a collaborare con Marcella de Marchis, prima moglie del padre.

A 19 anni si trasferisce a New York, dove comincia a lavorare come traduttrice e giornalista per la Rai. A 28 anni, tardi se si considerano gli standard della moda, grazie alle fotografie di Bruce Weber realizzate per l'edizione inglese di Vogue e di Bill King per l'edizione americana, comincia la sua avventura da modella. Nel corso della sua carriera ha collaborato con molti famosi fotografi, tra cui Richard Avedon, Steven Meisel, Helmut Newton, Peter Lindbergh, Norman Parkinson, Herb Ritts, Francesco Scavullo, Annie Leibovitz e Robert Mapplethorpe.

Isabella Rossellini esordisce nel cinema accanto a sua madre nel 1976, con una breve apparizione nelle vesti di una suora in Nina di Vincente Minnelli, ma il suo primo ruolo importante risale al 1979 ne Il prato. La fama la raggiunge abbastanza presto, grazie al personaggio di Dorothy Vallens, cantante di night club nel film di David Lynch Velluto blu (1986). A partire dal 2003 partecipa come guest star in alcuni episodi della serie di J. J. Abrams Alias, nella parte della diabolica Katya Derevko. Nel 2006 la Rossellini appare in tv per alcuni documentari: per uno special televisivo sull'Italia a cura di Discovery Channel e per un episodio della serie Iconoclasts di Sundance Channel a fianco di Dean Kamen, l'inventore del Segway, in cui raccontava la propria storia e le sue vicende personali. Per la tv, è stata la conduttrice della prima edizione di Master of Photography, talent show europeo sul mondo della fotografia, andata in onda su Sky nel 2016.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Nel 1979 Isabella Rossellini sposa il regista Martin Scorsese, e insieme si stabiliscono a New York. Nel 1982 hanno divorziato e, un anno dopo, lei si risposa con il modello Jonathan Wiedemann (si sono lasciati 3 anni dopo), dal quale nel 1983 ha avuto una figlia, Elettra. Ha anche un figlio adottivo, Roberto, nato nel 1993.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi