Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Carol Alt, la Carlotte Casiraghi degli anni Ottanta e volto da un milione di dollari

Da cameriera a modella di Playboy passando per il cinepanettone: tutto quello che forse non sai sulla biografia di Carol Alt

Nata il primo dicembre 1960, a College Point, New York. Il padre di Carol Alt, Anthony, era un capo dei pompieri di NYC. Sua madre, Muriel, era una dipendente di compagnia aerea ed ex modella. Dopo essersi diplomata al liceo, si iscrisse all'Università di Hofstra nel 1979 con una borsa di studio dell'esercito ROTC. Oltre a frequentare le lezioni e partecipare a esercitazioni militari, la Alt serviva ai tavoli in una steakhouse locale. Un giorno un fotografo entrò nel ristorante, la notò e le disse che aveva tutte le carte in regola per diventare una modella. La portò alla Elite Modeling Agency, dove il magnate della moda John Casablancas le diede uno sguardo e le offrì un contratto subito. Poco dopo il loro primo incontro, la Alt abbandonò il college per seguire una carriera da modella a tempo pieno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Carol Alt in una foto del 1988.

Ebbe successo immediato come modella. Nel 1980, solo pochi mesi dopo aver lasciato Hofstra, è apparve sulla copertina di Harper's Bazaar. Due anni dopo, la si ammirava su Sports Illustrated, una delle copertine più ambite di tutta la moda. Spinta da questo primo successo, la Alt ha continuato a diventare uno dei volti più onnipresenti degli anni '80. Ha abbellito le copertine di oltre 700 riviste tra cui Vogue, Cosmopolitan, Mademoiselle e, soprattutto, Playboy: del resto il suo fascino hot è innegabile. Sempre per restare nel patinato mondo delle riviste, Life la definì "il volto da un milione di dollari" mentre per Playboy era "la donna più bella del mondo".

Oltre ai suoi servizi fotografici, la Alt ha lavorato come modella di passerella per Calvin Klein e Ralph Lauren. La sua lunga lista di campagne pubblicitarie comprende Lancôme, Cover Girl, Pepsi e General Motors.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La filmografia di Carol Alt

Un capitolo a parte merita la sua carriera nel mondo del cinema. Nonostante il suo enorme successo come modella, Carol Alt decise di dare una svolta alla sua vita professionale e cimentarsi con la recitazione. Debuttò nel 1986 nel film italiano Via Montenapoleone. La Alt trovò un mercato di nicchia in Italia e ha recitato in dozzine di film e serie TV nel nostro paese, venendo in principio sempre doppiata fino a quando imparò a parlare correntemente l'italiano.

Nel frattempo la Alt aveva anche partecipato a diverse esibizioni degne di nota in film e programmi televisivi americani. Nel 1991, ha recitato nel film TV Donna d'onore e nel 1997 al fianco di Howard Stern in Private Parts.

Carol Alt ha mostrato il suo lato comico con le apparizioni nella serie animata I Griffin e ha anche recitato nella serie drammatica del 1999 Amazon. Nel 2008, è apparsa nel reality show di Donald Trump, Celebrity Apprentice. Ha gareggiato per la sua organizzazione benefica, la Tony Alt Memorial Foundation, ed è arrivata terza.

Nel 2009 Carol Alt partecipa a Ballando con le stelle su Rai Uno.

Uno sguardo alla sua vita privata

Nel 1984 Carol Alt sposò Ron Greschner, giocatore di hockey su ghiaccio dei New York Rangers, da cui divorziò nel 1996 per poi citarlo in tribunale due anni dopo con l'accusa di non aver diviso i profitti di un investimento fatto quando erano ancora sposati. Carol Alt ha avuto una relazione con Ayrton Senna e con Mario Corsi, conduttore radiofonico italiano.

Però la passione per l'hockey su ghiaccio deve esserle rimasta nel cuore, visto che attualmente ha una relazione con Alexei Yashin, ex giocatore in quello sport.

Dal punto di vista alimentare Carol Alt sostiene il crudismo, per cui si nutre solo di cibi crudi (o al massimo cotti lentissimamente a temperature non superiori ai 40 gradi per non alterarne le qualità organolettiche), ha pubblicato diversi libri sul tema come anche condotto trasmissioni tv negli States per far conoscere e apprezzare il crudismo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi