Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Lapo Elkann più forte di prima: "Il mio passato? Non cambierei una virgola"

Non rinnega il passato e guarda al futuro, Lapo Elkann ha compiuto 40 anni e annuncia che potrebbe anche diventare papà, non appena avrà trovato la donna giusta

Lapo Elkann compie 40 anni e parla dei suoi progetti per il futuro
Getty Images

Sul braccio Lapo Elkann ha tatuato due ideogrammi giapponesi che significano "Vivo" e "Guardare sempre avanti". E in effetti, ripensando alla sua vita "al massimo", il rampollo di casa Elkann-Agnelli dà tutta l'impressione di essere uno che non ha rimpianti ma nemmeno grandi rimorsi. Eccentrico e sopra le righe è dotato di un talento raro, ovvero è capace di eclissarsi e ripresentarsi in scena come se non fosse mai andato via. Come una fenice, Lapo cade, ed è caduto rovinosamente e fragorosamente tante volte, Lapo rinasce, più forte di prima, smascherando le sue fragilità e sorprendendoci con un ottimismo che non è comune. Alla soglia dei 40 anni, Elkann li ha compiuti lo scorso 7 ottobre 2017, Lapo guarda avanti, ancora una volta, ed è pronto a rimettersi in gioco, ancora una volta, e se volete saperlo non ci pensa nemmeno un secondo di rinnegare il passato. "Non vorrei azzerare nulla degli ultimi 40 anni. Io ogni mattina mi rimetto in gioco" dice ai microfoni di Sky Tg24, intervistato da Maria Latella, parlando di sé, di quello che è stato e sarà, ma anche della sua visione del mondo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

"Sono contento e anche un po' spaventato di essere un quarantenne. Avere 40 anni ha per me un grande significato, sono l'auspicio ad averne altri 40 migliori, con più maturità, più visione, più consapevolezza, più generosità". Progetti grandi e altrettante grandi responsabilità dalle quali Lapo Elkann sembra non voler proprio scappare. Sul piano professionale, "Sono orgoglioso di essere un imprenditore creativo", ma anche nella vita privata in cui non esclude (anzi!) di voler diventare papà "ma bisogna trovare la persona con cui costruire una famiglia, la donna giusta, quella con cui si ha voglia di costruire questo percorso. Io adoro i bambini, sono fonte di grande gioia e felicità, sono zio di sei bambini uno più bello dell'altro. Ma devo trovare moglie, devo trovare la donna giusta". Lavoro (tanto), famiglia (si augura felice), e, assicura, niente politica per la quale Lapo Elkann non prova nessun fascino, anzi, bacchetta la classe dirigente italiana da tutti i punti di vista, strategico, politico e non ultimo di stile "Renzi, Di Maio e Salvini? Hanno tanto da imparare dalla moda e dal bello italiano".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Lapo Elkann con l'architetto Michele De Lucchi e lo Chef Carlo Cracco alla presentazione del progetto Garage Italia Customs.
Getty Images

Maria Latella va poi a fondo e, in un quotidiano così fitto di denunce per molestie, non può sorvolare sull'argomento, tanto caro a Lapo Elkann che a sua volta ne è stato vittima. "L'abuso, verbale o fisico, può essere altrettanto violento. Quando avviene da bambino, uno ha una gran paura di raccontarlo, di confrontarsi con le persone amate. Perché indirettamente uno può sentirsi colpevole. Finché però non affronti questo tema, c'è un forte rischio di farsi del male. Più uno riesce a confrontarsi e a fare un lavoro di introspezione, più uno si rafforza". Lapo sa quanto male fa e che conseguenze hanno sulle vittime fatti come questi. Lapo c'è passato e ce l'ha tatuato, questa volta, sotto pelle. Entra così nel merito del caso Weinstein e della più recente bufera che si è alzata attorno a Kevin Spacey, "Io ho conosciuto entrambi e devo dire che questa vicenda mi rammarica molto per le donne che hanno subito le molestie, sono vicino a loro. Il mio cuore e i miei pensieri vanno però soprattutto a quelle tante donne e bambini che non hanno i vantaggi della popolarità per poter denunciare". Lapo Elkann è tornato, o forse non è mai andato via.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi