Cecilia, Ignazio e Francesco, il recap "alla" Blob di uno scontro tra Titani(c)

Alla fine il faccia faccia c'è stato ed è andato (più o meno) come previsto

Lo scontro epico tra Cecilia Rodriguez, Ignazio Moser e Francesco Monte al GFVip
Getty Images

Sì, lo ammetto. Ieri sera ho guardato il Grande Fratello Vip. A convincermi è stato (naturalmente?) il più classico dei motivi: una storia d'amore o meglio LA love story che sta facendo impazzire Cecilia Rodriguez; spezza il cuore a lei e tiene incollati alla televisione milioni di italiani (compresa me), ovvio no? Lei, lui e l'altro. Lo schema magico dei poemi epici come dei romanzi Harmony. Lei, lui e l'altro. Il più classico dei triangoli in cui comunque vada se ne esce a pezzi (e infatti, a fine serata, Cecilia chiosa: "Non ci sono più, dopo questa non ci sono più. Io sono una m***a"). Lui, lei l'altro. Succede da quando esiste l'amore, e questa volta è successo a Cinecittà.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Lei è Cecilia Rodriguez ed è l'eroina di questa storia (e dei nostri cuori). Lui è Ignazio Moser che da "Ignazio chi?", il meno famoso della casa del Grande fratello Vip, è diventato quel bono che ha fatto perdere la testa alla Rodriguez tanto da essere la sua scelta. L'altro è Francesco Monte, il fidanzato storico, 4 anni di storia sotto i riflettori, grande ascendente sulla sua (ex) amata, freddezza e conoscenza dei meccanismi televisivi, combo esplosiva ma non sufficiente per non essere mollato davanti a mezza Italia. Troppo cinica? Mah...

Sì perché alla fine trovarsi faccia a faccia dopo 50 giorni, sentire le gambe che tremano almeno quanto la voce, provare imbarazzo e paura, ascoltare parole d'amore tipo: "Non cancello il mio sentimento per due settimane di schifezze", senso di colpa dopato: "So di avergli mancato di rispetto, a lui e alla sua famiglia, non mi fanno paura i miei sentimenti ho paura di fargli del male e penso di averlo già fatto" non è bastato per farle cambiare idea e, alla domanda "Lo ami ancora Cecilia?" la risposta è stata "Non lo so... Non aspettarmi segui i tuoi sogni". Amen.

Tanto piangere ma niente urla, insulti, cattiveria primordiale. Un duro colpo per chi, autori compresi, sperava che al tormento amoroso si aggiungesse un po' si sana tragedia. Niente. Il cornificatore (seriale tra l'altro) e il cornificato si stringono la mano e sì ok c'è frizione ma chiacchierano amabilmente schiacciati dalla consapevolezza della figura barbina che stanno facendo e rimpiangendo il più classico "Vieni fuori".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Com'è finita? Bene, più o meno per tutti. Cecilia, la coraggiosa, Ignazio, il conquistatore, Francesco, l'incassatore di colpi. Il più martoriato? Jeremias Rodriguez. Usato da Ignazio per arrivare a Cecilia, tradisce il grande amico Francesco senza saperlo e vacilla nello stare vicino a una sorella che ormai ha deciso di "darsi la possibilità di guardarsi davvero dentro" e cavolo adesso? Adesso non si torna più indietro.

Singhiozzi, sguardi bassi e un coro comune, in casa come in studio, che suonava più o meno così: "L'amore trionfa sempre". Vero, ma. Ma al di là del luogo comune, del cliché visto e rivisto, la verità l'ha detta Cecilia Rodriguez. C'è un momento in cui devi pensare a te, essere egoista e seguire il tuo cuore e non lo fai per inseguire il sogno dell'amore vero e assoluto, lo fai molto più banalmente per essere felice. È una scelta del qui e ora, che fa male a te e agli altri, e ti fa singhiozzare tanto da toglierti il fiato e da farti sentire una m***a. È una scelta lungimirante? Forse sì forse no, non lo puoi sapere come ti sveglierai il mattino seguente né tanto meno 10 anni dopo. Cosa fare? Essere onesto e avere la forza di lasciare andare. È facile? No. Ma l'uscita di scena è quasi sempre tutto, ricordatelo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi