Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Doris Day: biografia della fidanzata d'America

Un simbolo degli Anni '50, ma non solo: una donna che, ancora oggi all'età di 95 anni, non smette di lottare per i diritti dei più deboli

Doris Day
Getty Images

Bionda, bella, dolce. Tutti la sognavano, ecco perché Doris Day era la Fidanzata d'America. Una storia di una donna che è stata un'icona a stelle e strisce e dal cuore d'oro.

Doris Day, biografia

Nata come Doris Mary Ann Von Kappelhoff (solo successivamente assunse il nome d'arte di Doris Day) il 3 aprile 1922 a Cincinnati, Ohio, era figlia di Alma Sophia Welz, casalinga, e Frederick Wilhelm von Kappelhoff, insegnante di musica e regista di coro. Tutti i suoi nonni erano immigrati tedeschi. Aveva due fratelli maggiori: Richard (che morì prima della sua nascita) e Paul. A causa di una presunta infedeltà del padre, i genitori si separarono. Sviluppò un primo interesse per la danza, e negli anni '30 formò un duo di danza con Jerry Doherty. In un incidente d'auto il 13 ottobre 1937 si ferì le gambe e abbandonò le sue prospettive come ballerina professionista.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Doris Day, canzoni per iniziare

Ha iniziato a cantare presso una Music Hall, in grandi orchestre e vari dischi, prima di fare la sua comparsa sul grande schermo nel 1948 con Amore sotto coperta di Michael Curtiz, dove ha cantato It's magic. Era la vedetta dei musical della Warner Bros in quegli anni.

Getty Images

Doris Day, filmografia

Ha lavorato (sotto la direzione di Michael Curtiz) con Lauren Bacall e Kirk Douglas in Chimere (1950) e in La ninna nanna di Broadway (1951) di David Butler, ma fu nel 1953 che la Doris Day attrice e cantante diede il meglio di sé in Non sparare, baciami!, dove ha cantato uno dei suoi più grandi successi, Secret Love. Era l'archetipo ideale della bionda americana dinamica e complessa. Charles Vidor le diede il ruolo di protagonista al fianco di James Cagney in Amami o lasciami (1955), dove interpreta Ruth Etting, una cantante.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Doris Day e Hitchcock

Un anno dopo, Alfred Hitchcock le ha fatto cantare Que serà, mentre nel 1957 George Abbott e Stanley Donen le offrirono uno migliori numeri musicali della sua carriera in una delle ultime grandi commedie di Hollywood, Il gioco del pigiama. Protagonista di alcuni film in coppia, i duetti di Doris Day e Rock Hudson sono rimasti memorabili. Il letto racconta (M. Gordon, 1959) e Il visone sulla pelle (Delbert Mann, 1962) sono stati un enorme successo.

Doris Day, vita privata

Fu sposata dal marzo 1941 al 1943 con Al Jorden, un trombettista che incontrò nella Barney Rapp Band e con cui ebbe un figlio, Terry Paul. Jorden si suicidò nel 1967. Il suo secondo marito fu George Weidler (sassofonista), sposato il 30 marzo 1946, suo marito fino al 31 maggio 1949. Poi venne la volta di Martin Melcher sposato il 3 aprile, 1951 (questo matrimonio è durato fino alla morte di Melcher nel 1968). Ha adottato il figlio di Doris che ha preso il nome di Terry Melcher. Martin ha prodotto molti dei film di Doris Day. Il suo quarto e ultimo matrimonio fu con Barry Comden, che era circa un decennio più giovane di lei. Sono stati sposati dal 14 aprile 1976 al 1981. Comden era un maitre in uno dei ristoranti preferiti di Doris.

Doris Day, figlio

Produttore musicale e compositore, Terry Paul Melcher, ha avuto un successo nel 1960 con Hey Little Cobra sotto il nome di The Rip Chords; è morto di melanoma nel 2004.

Getty Images

Doris Day Animal Foundation

Essendo una grande amante degli animali, di cui viveva sempre circondata, nel marzo del 1988 ha acquistato un hotel nella località californiana di Carmel in cui ha fornito letti e pasti per i cani. Un anno dopo, nell'estate del 1989, è stata eletta presidentessa dell'associazione di protesta PPP, che venne creata per la protezione delle scimmie. L'attrice vive da anni in un ranch nei pressi di Carmel, in California, dove è impegnata nella lotta per la protezione degli animali per mezzo di una sua fondazione. Nel 2008 ha vinto il Grammy Award alla carriera. Il 3 aprile 2017, sempre in buona salute e convinta vegetariana, Doris Day ha festeggiato i 95 anni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi