Sabina Ciuffini, storia della prima valletta in Tv

Sabina Ciuffini ha inaugurato l'era delle vallette in Tv grazie a Mike Bongiorno e al suo programma cult Rischiatutto (e oggi compie anche gli anni)

Sabina Ciuffini storia
LaPresse

Dopo di lei sono arrivate Letterine, Schedine, Veline e chi più ne ha più ne metta. Ma la prima valletta della tv italiana è stata Sabina Ciuffini. Insieme a Mike Bongiorno, è stata la presentatrice di Rischiatutto in un'epoca in cui l'Italia si fermava per ammirare quel telequiz. Sabina Ciuffini oggi è un'imprenditrice di successo, eppure il suo nome continua ad essere un'icona per milioni di telespettatori, soprattutto per quelli con qualche capello bianco in testa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Tra tutte le vallette di Mike Bongiorno, Sabina Ciuffini è stata la prima a prendere la parola, ad interloquire con il conduttore, a dimostrare davvero di esserci. In questo sta la grande differenza con chi l'ha preceduta, soprattutto con Edy Campagnoli, altro monumento della tv nazionale. Con la Ciuffini, inoltre, per la prima volta sui teleschermi della Rai ha fatto la sua comparsa un indumento diventato poi di uso comune, ma ancora tabù nei primi anni 70: la minigonna.

Sabina Ciuffini, biografia

Sabina Ciuffini è argentina in realtà: è nata infatti a San Juan il 4 agosto 1950, anche se ha sempre vissuto a Roma. Il nonno di Sabina Ciuffini, peraltro, era Guglielmo Giannini, fondatore di un movimento politico molto popolare negli anni immediatamente successivi alla fine della II Guerra Mondiale, quello dell'Uomo Qualunque. Il papà, invece, era imprenditore pubblicitario. Proprio in alcuni spot e caroselli tv ha avuto inizio la carriera di Sabina.

Sabina Ciuffini e Rischiatutto – Ma la svolta è arrivata per caso, a 19 anni, all'esterno di un noto liceo classico romano, il Giulio Cesare, dove lo stesso Mike Bongiorno notò la Ciuffini e la invitò alle selezioni per Rischiatutto: la Ciuffini fu preferita a Claudia Rivelli e Dirce Bezzi. La popolarità di quel programma, in onda per cinque edizioni dal 1970 al 1974, fu enorme.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Sabina Ciuffini e Playboy – La rivista realizzò uno scandaloso (ma oggi farebbe sorridere) servizio con la bella valletta in copertina nel 1974, anche se poi – pentita – la Ciuffini denunciò la rivista. Nel 1975 insieme a Mike, Sabina condusse il Festival di Sanremo, poi nel 1976 – stavolta senza pentimenti – debuttò nel cinema con un nudo integrale nell'ambiguo Oh, mia bella matrigna, un capolavoro del genere erotico.

Sabina Ciuffini dopo Rischiatutto – Sempre nel 1976 Sabina Ciuffini con La Strega si cimentò anche come cantante, in un 45 giri reso famoso soprattutto dal malizioso ed intrigante No, no, no, un tormentone scritto da Paolo Limiti. Successivamente è stata giornalista per Tv Sorrisi e Canzoni, nel 1980 ha condotto Questa pazza pazza neve con Claudio Lippi, nel 1983 M'ama non m'ama con Marco Predolin su Rete 4 e nel 1985 Intorno a noi, approfondimento del mattino su Rai 1, con Cecchi Paone. Poi, dopo il divorzio nel 1987, l'inizio dell'attività da imprenditrice, con qualche fugace ritorno in tv come opinionista in Anima mia del 1997, con Fabio Fazio e Claudio Baglioni (con tanto di Telegatto vinto) e come attrice nella fiction Mediaset Questa casa non è un albergo.

Sabina Ciuffini, vita privata

Considerata per anni la «fidanzata d'Italia», Sabina Ciuffini un marito vero e proprio lo ha avuto, anche se non per sempre. Il matrimonio tra l'industriale Franco Ceccarelli e Sabina Ciuffini è durato fino al 1987, dopo la nascita dei figli Ilaria e Jacopo. Dopo di allora sono seguiti altri uomini e relazioni più o meno lunghe, ma Sabina Ciuffini e il matrimonio non si sono più incontrati.

Sabina Ciuffini imprenditrice

Fondatrice della casa di produzione Honey, Ambassador We Women per Expo 2015, ma soprattutto sempre al fianco delle donne: Sabina Ciuffini, un blog l'ha avuto prima su Ilfattoquotidiano e poi si è dedicata a un sito internet, www.unaqualunque.it, dove si è sempre distinta per l'aiuto e il sostegno al gentil sesso. Nel sito si raccontano esperienze comuni e si affrontano argomenti come i figli, il parto, l'amore, i sentimenti, con tanti consigli interessanti.

Sabina Ciuffini, politica

«Sabina Ciuffini difende Grillo»: così, nel 2012, molti quotidiani hanno commentato il sostegno e l'appoggio offerto dall'ex valletta al M5S in diretta tv ed attraverso il suo blog. In realtà la liaison tra Sabina Ciuffini e Beppe Grillo con gli anni si è attenuata.

Il significato storico

Sabina Ciuffini ha cambiato il ruolo della donna in tv, trasformandola da semplice ammennicolo ad essere senziente e parlante, ed ha sdoganato gambe e centimetri del suo corpo, facendo perdere la testa a molti: un'autentica rivoluzionaria della televisione, che ha vinto la sua battaglia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi