Courtney Love, la vera storia della vedova del rock

Una donna che non conosce le mezze misure e che, forse proprio per questo, continua ad affascinare intere generazioni

image
Getty Images

Courtney Michelle Love Harrison nasce il 9 luglio 1964 a San Francisco. Cresce in Oregon e da giovane è attratta dagli stili musicali del tempo. Non esattamente quelli mainstream, bensì quelli dell'ondata underground; si appassiona alla musica new wave e all'immancabile punk, influenze che la cambieranno per sempre e che segneranno la sua vita oltre che la sua carriera.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Courtney Love è la leader delle Hole, la band grunge antesignana del movimento «riot grrrl» californiano, ma forse la si ricorda di più per essere la moglie e vedova di Kurt Cobain, il leader dei Nirvana morto suicida nel 1994. Cantante e solista dal talento discusso, Courtney Love è tra i personaggi più amati e odiati della scena attuale, diciamo una sorta di Yoko Ono degli anni Novanta/Duemila.

Spirito ribelle e inquieto, porta in sé un'incontenibile voglia di girovagare, interpretata non solo come curiosità verso forme culturali diverse, ma anche come una forma di fuga da sé stessa e di temporaneo abbandono delle proprie radici.

Courtney Love, gli inizi

Dopo aver attraversato l'Irlanda, il Giappone, l'Inghilterra nel 1986 decide di stabilirsi a Los Angeles, California, dove le offrono un ruolo nel film Sid and Nancy, basato sulla tormentata storia di Sid Vicious, bassista dei Sex Pistols. Dopo questa fugace esperienza cinematografica, Courtney Love si trasferisce a Minneapolis dove forma il gruppo post-punk femminile Babes in Toyland with Kat Bjelland. Ma è un capitolo che dura molto poco. Nel 1989 è di nuovo a L.A., dove costituisce il gruppo Hole. La band è formata da Eric Erlandson (chitarra), Jill Emery (basso) e Caroline Rue (batteria). L'album di debutto si intitola Pretty on the inside (1991) e ottiene un buon successo.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Kurt Cobain e Courtney Love, il matrimonio

È il 1992 l'anno decisivo, quello in cui sposa l'uomo destinato a cambiarle la vita e che, indirettamente, contribuirà non poco ad accendere i riflettori anche su di lei. Si tratta ovviamente di Kurt Cobain, il frontman dei Nirvana, l'angelo caduto del rock, l'uomo profondamente depresso che finirà col suicidarsi con un colpo di fucile il 5 aprile del 1994. Negli anni del successo planetario i due sono entrambi eroinomani e vivono costantemente al centro dell'attenzione mediatica, assaliti continuamente dalla stampa. Gli eccessi, veri o presunti, ovviamente non mancano. Un giorno il giornale Vanity Press scrive addirittura che Courtney avrebbe fatto uso di eroina anche durante la gravidanza. Fatto sta che dalla relazione fra Courtney Love e Kurt Cobain nasce la bellissima Frances Bean Cobain.

Courtney Love, discografia di successo e declino

Questo è anche il periodo del maggior successo discografico delle Hole. Live through this è il brano che maggiormente rappresenta lo shock e la rabbia della perdita. Per altro da allora non si sono mai sopite le voci secondo le quali sarebbe stato proprio Kurt Cobain a scrivere quell'album quasi per intero, anche se Courtney Love ha sempre smentito. Intanto le Hole continuano a fare il loro onesto mestiere e nel 1998 danno alla luce quello che si rivelerà il loro ultimo album Celebrity skin, praticamente un flop.

Courtney Love, filmografia

Delusa dalla sua carriera musicale, ma di sicuro non indigente, Courtney Love si consola con il cinema, dove riesce a farsi largo grazie al suo fenomenale fiuto per lo show-business. Ben quattro i film di successo: Feeling Minnesota, Basquiat, Man on the moon (al fianco di Jim Carrey), e Larry Flynt, quest'ultimo baciato pure da una nomination al Golden Globe e da una love story con Edward Norton. Una vedovanza non certo monacale, la sua. Gira che ti rigira finisce pure tra le braccia di un altro maledetto del rock, Trent Reznor dei Nine inch nails. Nel 2002 ha interpretato 24 ore (Trapped), insieme a Charlize Theron, mentre all'inizio del 2004 è uscito il suo primo disco da solista America's sweetheart.

Courtney Love oggi e gli ultimi successi

La rinascita nell'ottobre del 2006, quando pubblica il suo libro dal titolo Dirty Blonde: The Diaries or Courtney Love e cede una bella fetta di diritti dei Nirvana, il che le frutta un bel po' di soldi. L'ultimo album con le Hole, Nobody's Daughter, è del 2010, ma a quel punto della formazione originale, a parte lei, non c'è più nessuno.

Infinita è la disputa che la oppone agli altri due componenti dei Nirvana Kris Novoselic e Dave Grohl per la pubblicazione del materiale inedito della band di Seattle nonché delle varie raccolte retrospettive.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi